CREATIVITY

Melismelis, verso una chiusura 2016 a +10%. Cresce il peso degli eventi


10.10.2016
Massimo Melis

di Andrea Crocioni


Un’agenzia con più di 30 di vita, indipendente, ma capace di cambiare pelle, senza snaturarsi, per poter rispondere alle mutate esigenze del mercato. E’ la storia di Melismelis, struttura milanese, che si prepara a chiudere un altro anno di crescita.

“Il bilancio di questi primi nove mesi del 2016  – afferma il managing director Massimo Melis – è positivo. Guardando solo al fatturato onorari prevediamo di chiudere l’anno con un incremento del 10%. Si conferma il trend degli ultimi anni che ci hanno visto impegnati a costruire la nostra reputazione in una logica di integrazione delle competenze. Questo ci ha portato a gestire progetti sempre più complessi”. Il team ad oggi conta su uno staff di 22 professionisti e ci sono due nuovi ingressi in vista.

“Fra il 2009 e il 2010 – prosegue il manager – abbiamo ampliato il raggio di azione, prima focalizzato sui servizi tipici di un’agenzia di advertising, introducendo le attività di ufficio stampa, digital pr e social media marketing. Negli ultimi anni da parte dei clienti c’è sempre più richiesta di progetti crossmediali”. Emblematica, in questo senso, la collaborazione con Sky Arte per Master of Photography, primo progetto internazionale di Sky Arts Production Hub.

“Siamo stati coinvolti dalla creazione del  logo alla visual identity, dal sito web alla creatività per l’online advertising e nel coordinamento del piano social (tutto declinato nei 5 Paesi in cui il talent show televisivo riservato a fotografi è stato programmato, ndr). Una partnership che è stata rinnovata in vista della prossima edizione”, spiega Melis.

Sull’andamento positivo dell’agenzia ha inciso anche l’incremento delle attività nel mondo degli eventi. “Un’area di business – sottolinea  – che per qualche anno abbiamo trascurato e che ora siamo tornati a presidiare con la volontà di svilupparla. All’inizio dell’anno, dopo aver vinto una gara, abbiamo avviato la nostra collaborazione con Intesa Sanpaolo: per il gruppo abbiamo seguito un importante roadshow. Abbiamo la fortuna di lavorare per marche molto belle che ci consentono di realizzare progetti di comunicazione che hanno una certa visibilità e spesso constituiscono addirittura delle best practice”.

Fra i principali clienti di Melismelis ci sono gli ormai ‘storici’ Unes (con l’insegna U2) e Sky per la comunicazione retail (compresa Now Tv). Fra le acquisizioni più recenti, oltre alla già citata Intesa Sanpaolo, ci sono Allianz, Gruppo Gabetti con il brand Professionecasa e Norwegian Air (ufficio stampa italiano) che si è andata ad affiancare nel portfolio clienti a un altro vettore aereo come Volotea.

“Per il futuro – conclude Massimo Melis – la volontà è di proseguire in questa direzione, puntando su un rafforzamento dell’area digital, della produzione audiovisiva – la richiesta di contenuti video è in crescita – e degli eventi. Siamo consapevoli del fatto che le aziende ormai sempre più spesso sono interessate a ‘comprare’ sistemi di comunicazione”.