CREATIVITY

Torna IF! Italians Festival, uno show al servizio del business


03.10.2016
Davide Boscacci mentre intervista Oliviero Toscani nel 2015 (©Pier Marco Tacca/Getty Images)

di Andrea Crocioni


Formazione, ispirazione, innovazione e entertainment: sono queste le parole chiave della terza edizione di IF! Italians Festival che tornerà ad animare il Teatro Franco Parenti di Milano dal 6 all’8 ottobre.

Quest’anno gli appuntamenti del palinsesto dell’evento, organizzato da Adci e Assocon/Pr Hub in partnership con Google, ruoteranno intorno al tema ‘No show, no business’.

“Questa scelta nasce da una constatazione, ma rappresenta anche un augurio”, afferma Davide Boscacci, membro dell’Adci e co-founder del Festival.

“Il consumatore – spiega il direttore creativo – è sottoposto a un’overdose di contenuti: vince chi genera più intrattenimento. Le persone scelgono chi gli dà emozioni. Chi comunica deve essere in grado di offrire uno spettacolo. Per questo oggi più che mai c’è bisogno di contenuti creativi. Con IF! 2016 ci aspettiamo di offrire uno show in grado di far riflettere il nostro settore”.

Emanuele Nenna (©Vincenzo Lombardo/Getty Images)
Emanuele Nenna (©Vincenzo Lombardo/Getty Images)

Conferma Emanuele Nenna, vice presidente di Assocom e membro del comitato organizzativo: “IF! mira a far crescere il mercato. Lo può fare diventando fonte di ispirazione e spazio di formazione. Quest’anno il Festival offre contenuti di alto livello che spesso metteranno in relazione arte, tecnologia e brand.  Sarà il palcoscenico ideale per mostrare le infinite possibilità della creatività che hanno ricadute concrete sul business. Chi partecipa tutti questi stimoli li riporta nella propria quotidianità professionale”.

Lunga la lista degli ospiti che in questi mesi sono stati annunciati nella  marcia di avvicinamento all’evento. Si apre giovedì con  l’opening speech di Bruce Sterling, pioniere della letteratura cyberpunk. Ma l’elenco delle ‘top’ star di questa terza edizione prosegue con Tham Khai Meng, co-chairman e worldwide chief creative officer di Ogilvy & Mather, Jaime Mandelbaum, chief creative officer di Young&Rubicam in Europa, e con l’artista Maurizio Cattelan, protagonista del format ‘Dieci domande scomode’ (nel 2015 era toccato a Oliviero Toscani).

“Il palinseto è ricco, di qualità, molto equilibrato e coerente con il tema ‘guida’ – dice Nenna -. Per noi è  fondamentale coinvolgere la città, perché questa manifestazione nasce anche per ridare prestigio al nostro mestiere, anche se IF! resta una manifestazione btob. E’ già un punto di riferimento per la comunità dei creativi, ma non è ancora è un must per gli uomini delle aziende. Vogliamo che lo diventi. Per questo stiamo facendo comunicazioni mirate e abbiamo sviluppato contenuti ad hoc”.

Uno dei punti cardine per conquistare i manager delle imprese è la formazione. “Abbiamo rinnovato partnership come quelle con la Berlin School of Creative Leadership e con la Scuola Holden di Torino. Ma non ci siamo fermati – chiarisce Boscacci -. Abbiamo lavorato per proporre contenuti formativi attrattivi per un pubblico più ampio, con un occhio di riguardo al mondo del marketing”.

Sul fronte del coinvolgimento delle aziende  molto è stato fatto rispetto alla prima edizione.

“Questo è l’anno della maturità – sottolinea il creativo -. Sono state tante le aziende che hanno contattato l’organizzazione. Un buon segno. Alcune proposte sono entrate in programma, altre no, perché al di là di tutto mettiamo la qualità e la coerenza dei contenuti al primo posto. L’offerta è di altissimo livello, a costi contenuti rispetto ad analoghe proposte di Festival internazionali. Ora faccio un appello ai colleghi e alle aziende: partecipate, fate partecipare i vostri dipendenti, i giovani, IF! è una straordinaria opportunità per far crescere le vostre risorse umane”.

Paola Marazzini
Paola Marazzini

Conclude Paola Marazzini, Director of Agency and Strategic Clients di Google Italia: “No show no biz. Il nostro supporto a IF! si rinnova anche oggi con la collaborazione che da anni ci vede partner di  Assocom e Adci  per il sostegno  a un virtuoso percorso di sviluppo della comunicazione, che attraverso l’eccellenza creativa e l’adozione della tecnologia porta all’innovazione nel settore dell’advertising. In YouTube, intrattenimento e business trovano l’unione perfetta, basti pensare a tutti i contenuti branded che spesso raggiungono una notorietà di livello mondiale accanto a contenuti di puro entertainment sempre più di qualità. Quest’anno a IF! divideremo il palco con numerosi creator che hanno saputo unire intrattenimento e branding: sono loro, infatti, l’elemento fondamentale di YouTube, perché arricchiscono la piattaforma usando nuovi linguaggi e riscrivendo le regole della comunicazione. Inoltre avremo Abigail Posner, Head of Strategic Planning di Google, che presenterà con ‘Humanizing Digital’ i diversi modi in cui la tecnologia ha cambiato e arricchito le relazioni tra le persone. Siamo certi che anche quest’anno IF! saprà soddisfare le esigenze della industry, ripetendo il successo delle precedenti edizioni”.

Per il programma completo clicca qui