MEDIA

Cairo-Rcs, l’editore ringrazia gli azionisti e la Procura di Milano apre un’inchiesta sull’Opas


26.07.2016
Urbano Cairo

Dopo il commento della Consob dello scorso 22 luglio, favorevole all’Opas di Cairo Communication su Rcs (vedi notizia), dopo il raggiungimento del 50, 13% del capitale sociale della media company da parte dell’editore di La7 (con l’apporto di 6,83 milioni di titoli nel primo giorno del periodo di adesione all’offerta riservata agli aderenti all’offerta concorrente) e dopo l’annuncio a pagina intera sul Corriere della Sera tramite il quale lo scorso 23 luglio Urbano Cairo ha voluto personalmente ringraziare gli azionisti, ieri la Procura di Milano ha aperto un’inchiesta a carico di ignoti senza titolo di reato e senza indagati sull’Opas.

L’indagine è stata affidata ai pm Giordano Baggio, Stefano Civardi e Mauro Clerici ed è stata avviata in seguito all’esposto presentato dai legali di Imh la cordata composta da Andrea Bonomi, Pirelli, Diego Della Valle e Mediobanca che aveva lanciato una Opa sempre su Rcs (vedi notizia). Il caso sarà in seguito valutato con il procuratore della Repubblica Francesco Greco.

Nell’annuncio pubblicitario apparso sabato scorso “Cairo ringrazia gli azionisti di Rcs. Tutti quanti. Ops! Ve lo dico a parole, ve lo dimostrerò con l’impegno: lavorerò molto per rilanciare una grande azienda dal potenziale inespresso. Punterò ad aumentarne prestigio, ricavi e marginalità. Metterò in campo tutta la passione che ho per il mio mestiere, per veder fiorire un progetto in cui credo e in cui credete tutti voi”. Il periodo di adesione per gli azionisti all’Opas si concluderà il 28 luglio.