MEDIA

RadioMonitor: Rtl 102.5, Deejay e Radio 105 sul podio


08.07.2016
Lorenzo Suraci

Sono stati pubblicati ieri i dati di RadioMonitor, l’indagine condotta da Gfk Eurisko sugli ascolti della radio relativi al 1° semestre 2016 (metodo CATI, 60 mila interviste). Secondo la rilevazione, il totale degli ascoltatori giornalieri (sopra i 14 anni d’età) delle emittenti radiofoniche italiane raggiunge i 35,6 milioni (34,9 milioni nello stesso periodo dell’anno precedente, pari al +2%). Aumenta anche il valore degli ascoltatori nel quarto d’ora medio che raggiunge i 6,4 milioni (+3,7% rispetto al I semestre 2015).

La classifica è guidata come sempre da Rtl 102.5 con 6.996.000 ascoltatori nel giorno medio, mentre sale al 2° posto Radio Deejay (4.849.000) seguita da Radio 105 (4.647.000) che sale al 3°. Rds scivola dal 2° al 4° posto con 4.618.000 ascoltatori, seguita da Radio Italia stabile al 5° con 4.446.000 ascoltatori.

Soddisfatta l’emittente guidata da Lorenzo Suraci, che commenta in una nota: “Rtl 102.5 continua a crescere e si conferma ancora una volta la radio più ascoltata in Italia, con quasi 7 milioni di ascoltatori nel giorno medio, mantenendosi stabile con un distacco di oltre due milioni di ascoltatori rispetto ai secondi in classifica. Open Space Pubblicità si rafforza sul mercato con l’ingresso di Radio Zeta L’Italiana che raggiunge gli 832.000 ascoltatori nel giorno medio e 2.197.000 nei sette giorni”.

Il balzo in avanti di Radio Deejay (+3,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente) è accompagnato anche dal dato di ascolto, molto positivo, nel quarto d’ora medio pari a 467 mila ascoltatori, con un incremento del +8,6% rispetto al I semestre 2015.

“Deejay raggiunge anche il primato tra le radio su Twitter con 2,1 milioni di utenti e su Facebook con quasi 1,8 milioni di fan – spiega l’emittente -. Continua la leadership in Italia del suo sito internet: unica radio a rientrare tra le prime 100 posizioni dei siti italiani censiti da Audiweb”.

In continuità l’andamento di Radio Capital con 1,655 milioni di ascoltatori nel giorno medio e di m2o (1,581 milioni). Soddisfatto il direttore Linus che commenta: “Siamo la radio che è cresciuta di più rispetto alle ultime rilevazioni (+300.000 ascoltatori) ed è un risultato emozionante. Siamo come dei piccoli artigiani che da più di trent’anni cercano di far convivere qualità, continuità e rinnovamento. E’ un lavoro continuo di affinamento e cura del particolare. Esserne gratificati, oltre che nei risultati commerciali, anche in quelli di audience, è una grande soddisfazione”.

Positivo anche il commento del presidente di Radio Italia, Mario Volanti: “I dati di questo primo semestre confermano Radio Italia nel gruppo delle radio leader. Siamo molto soddisfatti di questo risultato: continueremo a lavorare per migliorare ulteriormente le nostre performance, anche sulla scia del grande successo dell’edizione 2016 di RadioItaliaLive – Il Concerto”.

Un semestre record anche per Radio 24, che cresce del 2,5% negli ascolti dal lunedì alla domenica nel 1° semestre 2016, rispetto al 1° semestre 2015, arrivando a toccare quota 2.011.000 ascoltatori (nono posto in classifica): “Nella storia di Radio 24 si tratta del semestre di massima crescita – osserva l’emittente news&talk del Gruppo 24 Ore -. Cresce anche il dato sul quarto d’ora medio (+8%) che consolida la fedeltà degli ascoltatori al palinsesto”.

Sottolinea il direttore Roberto Napoletano: “Siamo particolarmente soddisfatti di questa crescita record di ascoltatori. Il lavoro costante sulla qualità informativa che caratterizza i nostri Giornali Radio, le inchieste e le dirette speciali e i contenitori d’attualità è dunque sempre più riconosciuto dal pubblico dei radioascoltatori che ogni giorno ci sceglie e ci ascolta con grande fedeltà”.

Per i dati completi clicca qui

RadioMediaset leader di ascolti (17%) nel quarto d’ora medio (ore 6-24)

Paolo Salvaderi
Paolo Salvaderi

RadioMediaset (R101, Radio 105, Virgin Radio in partnership con Radio Monte Carlo), cui fanno capo le attività radiofoniche del Gruppo Mediaset, debutta come primo gruppo radio nazionale con il 17% di ascoltatori nel quarto d’ora medio dalle ore 6 alle ore 24. Come spiega una nota ufficiale, “il quarto d’ora medio è l’unità di misura più interessante per il mercato pubblicitario in quanto premia la qualità dei contenuti, dei programmi e dei personaggi capaci di mantenere fedeltà di ascolto quarto d’ora dopo quarto d’ora di ogni singola emittente”.

Esaminando i risultati rete per rete nel giorno medio nel confronto con il primo semestre 2015, si registra in primo luogo la crescita di R101 (+7,5%), a conferma del successo del nuovo posizionamento editoriale, che permette il recupero di due posizioni nella graduatoria. Radio 105 diventa la terza emittente assoluta nel giorno medio dell’intero panorama radiofonico. Virgin Radio registra il proprio record assoluto raggiungendo quasi 2.400.000 ascoltatori nel giorno medio. Radio Monte Carlo consolida il risultato d’ascolto convalidando segnali positivi di crescita già percepibili da inizio anno.

“I risultati di ascolto ottenuti dalle nostre emittenti ci rendono particolarmente orgogliosi. Il lavoro di forte collaborazione e sinergia con gli asset del gruppo iniziato in questi mesi comincia a dare le prime soddisfazioni”, ha dichiarato Paolo Salvaderi, amministratore delegato di RadioMediaset.