MEDIA

Germania-Italia: quasi 20 milioni di telespettatori davanti allo schermo


05.07.2016

a cura di Initiative


Si è conclusa sabato 2 luglio l’avventura degli Azzurri a Euro 2016. A Bordeaux la ‘lotteria’ dei calci di rigore ha premiato la Germania, che ha vinto 7-6, guadagnandosi, così, la semifinale. Dopo un primo tempo con poche azioni ed emozioni, al 65′ con Ozil si sono portati in vantaggio i tedeschi, ma al 78′ Bonucci è riuscito a pareggiare su rigore. Durante i supplementari la situazione è rimasta invariata.

Per risolvere il match è toccato arrivare ai rigori con l’errore decisivo di Darmian e dopo gli sbagli di Zaza, Pellè e Bonucci. La Germania ha sfatato, così, il fatto che fino ad adesso non ci aveva mai battuto in gare ufficiali. È nella memoria collettiva di tutti noi italiani, infatti, lo storico 4-3 nella semifinale mondiale 1970 o il 3-1 nella finale mondiale 1982.

graficiVI-articolo_Germania_Italia-del-2-Luglio-1


Gli Azzurri sono stati, quindi, la bestia nera dei tedeschi, che proprio sabato hanno sfatato la maledizione. L’Italia esce, comunque, a testa alta dall’avventura di Euro 2016, chiudendo anche l’era in azzurro del ct Antonio Conte, protagonista assoluto dell’ultimo biennio e destinato ora al Chelsea.

Il suo saluto all’Italia, il giorno dopo, suona come un “arrivederci”, non prima di essersi tolto qualche sassolino dalle scarpe: “c’è stato un momento in cui avrei voluto continuare per altri due anni, ma di fronte ad alcune evidenze, ad alcuni fatti, non ho potuto soprassedere anche perché, sinceramente, non vedevo nessuno al mio fianco, compresi i giornalisti … ma io mi sono sempre battuto in funzione della Nazionale e non per me, eppure non mi sono sentito mai appoggiato”.

Da domani l’Italia riparte con Ventura, ex allenatore del Torino, che avrà come primo obiettivo quello di qualificare l’Italia ai Mondiali 2018. La partita dei Quarti è stata trasmessa solo sull’ammiraglia Rai mentre su Rai 4 è andato in onda il film thriller Io sono Sean.

graficiVI-articolo_Germania_Italia-del-2-Luglio-3


La motivazione è stata spiegata direttamente dalla Gialappa’s Band attraverso la propria pagina Facebook: “visti i tragici fatti di Dacca questa sera non ce la sentiamo di andare in onda e quindi in accordo con la rete vi diamo appuntamento a domani…un abbraccio a tutti. Gialappa’s Band”.

Non è stata unanime la reazione dei fan, che si sono divisi tra chi ha compreso e condiviso la decisione, chi ha auspicato un ripensamento (“dovreste essere voi a tirarci su il morale in momenti come questo”), e chi parla di caduta di stile (“così la date vinta ai terroristi”) o di scelta ipocrita (“se non ci fossero state vittime italiane sareste regolarmente in onda”).

graficiVI-articolo_Germania_Italia-del-2-Luglio-2


La partita su Rai 1 sabato 2 luglio è stata seguita mediamente da ben 16,6 milioni di telespettatori con una share del 66,4%. L’ascolto include anche i tempi supplementari ed i rigori. I picchi di ascolto, ovviamente, sono stati raggiunti nel momento risolutivo dei tiri dagli 11 metri, dove si sono toccati i 17,8 milioni. Ascolto record anche su Sky che ha raggiunto i 3,2 milioni di telespettatori con una quota share del 12,7%.

Il totale complessivo di chi ha seguito il match è stato davvero interessante: ben 19,8 milioni pari ad una share del 79,1%. Tra i break entrano anche l’Overtime e il Golden Spot, che hanno generato il maggiore ascolto vista la posizione strategica della messa in onda.  Tre dei primi cinque inserzionisti sono del settore Automotive.  Si entra ora nelle fasi delle semifinali con Portogallo – Galles e Francia – Germania…chi vincerà?