DIGITAL

Museo del Novecento di Milano online con il nuovo sito firmato Logotel


10.03.2016

Prosegue la partnership tra il Museo del Novecento di Milano e la service design company Logotel in occasione del lancio del nuovo sito www.museodelnovecento.org: un contenitore dinamico progettato per massimizzare l’esperienza dei visitatori, rendendoli protagonisti insieme ai capolavori raccolti nelle sale dell’Arengario, vista Duomo. Non solo un sito istituzionale ma un servizio, un hub partecipativo in cui verranno proposte le esperienze che entusiasmano chi visita il museo.

Grande spazio viene dato alle immagini, di forte impatto visivo e che immergono il visitatore online in un tour esperienziale. Sviluppato dopo un’attenta analisi delle community social legate al mondo dell’arte e al Museo stesso insieme a Susanna Legrenzi, esperta di design della comunicazione e project leader e Marco Lorenzi, project manager e service designer

Logotel, oltre a un team multidisciplinare, il sito è fruibile al meglio su tutti i dispositivi ed è ottimizzato per una fruizione mobile. Sul sito, un vero e proprio touchpoint, vengono proposti palinsesti di eventi e contenuti didattici, programmi per visite e laboratori interattivi che consentono al pubblico di sperimentare il museo come luogo di confronto, creatività e dialogo.

“Insieme a Logotel abbiamo dato il via a un progetto in grado di rispondere alle esigenze e alle sfide che un Museo del XXI secolo deve saper affrontare. Il sito è uno dei tanti strumenti concreti per raggiungere pubblici nuovi e diversi, produrre nuovi contenuti e invitare il pubblico a vivere un’esperienza al Museo sempre più partecipata”, precisa Clementina Rizzi, responsabile Comunicazione Museo del Novecento.

Conclude Cristina Favini, strategist e manager of Design di Logotel: “Progettare questo sito ha significato valorizzare al massimo il network di bellezza e cultura espresso dal Museo, mettendo al servizio della cultura stessa il service design e le competenze dei nostri designer. Intendiamo il sito come parte di un ecosistema variegato, in continua evoluzione; il primo elemento con cui supporteremo il Museo del Novecento nella progettazione e realizzazione di servizi che, tra fisico e digitale, concorrono a realizzare una nuova esperienza di visita.”