CREATIVITY

Gara creativa in vista per il lancio nel 2017 di buddybank. Budget di 5 milioni di euro


17.02.2016

di Cinzia Pizzo


“È una banca nativa digitale disegnata esclusivamente per smartphone, che intende proporsi come nuovo modello di banca mobile”. Descrive così buddybank, la nuova banca “molecolare” di Unicredit, Angelo D’Alessandro, ideatore e responsabile del progetto presentato ieri alla stampa. Controllata al 100% da Unicredit Spa, buddybank sarà attiva dal 1° gennaio 2017 in Italia, previa autorizzazione del Regolatore (BCE e Banca d’Italia) e “l’obiettivo è arrivare negli Stati Uniti nel 2018, con l’ambizione di estenderci in Europa e anche in Sud America e Africa”.

Buddybank offrirà 3 prodotti finanziari classici – conto corrente, carta di credito/debito e prestiti personali fino a 25.000 euro – e un servizio di live concierge disponibile via chat e via telefono 24 ore al giorno 7 giorni su 7. Grazie a tecnologie sviluppate internamente, il cliente sarà riconosciuto in pochi secondi dall’operatore e potrà aprire un conto corrente in pochi minuti, ottenere finanziamenti, fare trading, risparmiare con un obiettivo personalizzato.

Oltre a questi servizi tipici di una banca digitale, l’innovazione di buddybank sta nel proporsi anche come “aggregatore di servizi non prettamente finanziari, vuole diventare compagna di vita dei propri clienti per le operazioni di tutti i giorni, come prenotare un ristorante, spostarsi con un taxi o pianificare un viaggio, avendo come prioritario canale di accesso lo smartphone e il sito, la vera esperienza di buddybank – ha spiegato D’Alessandro -. Stiamo stringendo alleanze con vari partner verticali per completare l’offerta di buddybank, che a sua volta potrebbe diventare un mezzo di marketing per aziende terze”.

Il target di riferimento della nuova banca di Unicredit è rappresentata da un utente digitale e metropolitano, pertanto “useremo modelli di comunicazione innovativi e non convenzionali, privilegiano tra i mezzi il web e in particolare i social network. Vogliamo togliere lo smoking alla banca”.

Coerente con questa filosofia e prima tappa di una più ampia strategia di comunicazione, la campagna di pre-awareness che invita gli utenti  a pubblicare un video su Instagram, Twitter, Facebook o YouTube con hashtag #mybuddybank e #molecolarevirale. A firmare l’operazione già on air il team interno a buddybank con la collaborazione della web agency Vegan Solutions.

“Il budget marketing e comunicazione stanziato per il lancio nel 2017 di buddybank è di 5 milioni di euro. Vista la natura ‘digitale’ della banca i social faranno da padrone, ma prevediamo anche una comunicazione atl con passaggi tv e sono in fase di valutazione sponsorizzazioni di programmi televisivi in linea con il target. Apriremo entro tre/quattro mesi una gara creativa per la scelta del partner che firmerà il lancio di buddybank. Sul fronte del media planning ci appoggeremo alla struttura partner di Unicredit”.

Attualmente il centro media dell’istituto finanziario è Mediacom; le ultime campagne pubblicitarie di Unicredit sono state firmate dall’agenzia M&C Saatchi. Con un investimento iniziale di 50 milioni euro, buddybank ha un target di 1 milione di clienti in Italia in 5 anni, e il break-even previsto al terzo anno con 300.000 clienti.