MEDIA

Cose Belle d’Italia rafforza il Polo Intrattenimento con ‘Il Mondo del Golf Today’


12.02.2016

L’ad Mauro Gilardi: “Vocazione internazionale e modello integrato di carta, eventi e digitale”

Il Gruppo Cose Belle d’Italia ha presentato ieri la squadra del suo Polo dell’Intrattenimento: la casa editrice multi-canale Bel Vivere, le quattro pubblicazioni dedicate al lifestyle e la nuova società di eventi Bel Vivere Eventi. In questo contesto, Bel Vivere ha annunciato la nascita della nuova rivista Il Mondo del Golf Today, risultato della fusione tra Il Mondo del Golf e Golf Today. La nuova testata è diretta da Massimo De Luca, che già dirige l’intera area sport del Polo dell’Intrattenimento, trasversalmente sui contenuti e sugli eventi sportivi. In vendita a partire dal prossimo marzo 2016, la testata cartacea è affiancata alla piattaforma web www.golftoday.it, la quale si propone di offrire contenuti aggiuntivi rispetto al cartaceo.

Le altre pubblicazioni del Polo dell’Intrattenimento di Cose Belle d’Italia a oggi sono: Amadeus, il mensile di riferimento della musica classica parte di Bel Vivere Srl e diretto da Gaetano Santangelo; Sci-Il Mondo della Neve, la rivista storica rivolta agli appassionati dello sci e della montagna. Tornata in edicola a novembre 2015 con Bel Vivere, si affianca il portale web www.skitoday.it. La pubblicazione è diretta da Paolo De Chiesa, campione di sci alpino e commentatore sportivo; La Madia Travelfood, la rivista specializzata nel settore della ristorazione, dell’accoglienza, della cultura alimentare e vinicola con oltre 30 anni di storia, diretta da Elsa Mazzolini.

Al mondo dei periodici e dei siti web specializzati si affianca la casa di produzione Bel Vivere Eventi, di cui Mauro Gilardi (già amministratore delegato di Cose Belle d’Italia) diviene presidente e Federico Silva amministratore delegato. Il Polo dell’Intrattenimento di Cose Belle d’Italia si consolida quindi quale nuovo punto di riferimento nell’editoria multi-canale, nel giornalismo specializzato e negli eventi di alto profilo quale casa di produzione. La missione è proporre contenuti multimediali ed eventi esclusivi indirizzati a personalità e professionisti accomunati dallo stile di vita e dagli interessi per la cultura, la musica classica, l’arte culinaria, le passioni sportive.

“L’allargamento e il rafforzamento del Polo Intrattenimento rappresentano elementi chiave per proporre Cose Belle d’Italia come gruppo con vocazione internazionale, produttore e certificatore di contenuti d’eccellenza partendo da passioni autenticamente italiane. Crediamo fortemente che il modello integrato fatto di contenuti tradizionali e online, di eventi e di produzioni digitali possa rispondere a un sistema editoriale e di comunicazione ancora in profondo cambiamento”, ha dichiarato Gilardi.

“La creazione di Bel Vivere e il progetto che vede coinvolta anche La Madia Travelfood riescono nell’intento di colmare un vuoto nella comunicazione rivolta agli utenti nella fascia dai 25 ai 65 anni, alto spendenti e appassionati di sport, arte, musica e cibo di alta qualità. Il nostro progetto nasce e cresce nel cuore pulsante dell’italianità rivolgendosi a chi ama il lusso e il ‘bel vivere’. La nostra maggiore soddisfazione è stata riuscire a coinvolgere quelle aziende che, pur operando in settori molto diversi tra loro, si rivolgono alla stessa tipologia di clientela di lusso volendo stimolare passioni, gusti e valori”, ha aggiunto Silva.

“Nell’ottica della valorizzazione di beni ed eccellenze della tradizione italiana, crediamo ci sia spazio oggi per investire in media specializzati multi-canale rivolti a un pubblico dalle spiccate passioni culturali e attento a contenuti di qualità, in un contesto di cambiamento dei modelli del mercato editoriale. Per ogni scelta strategica e iniziativa d’intrattenimento, Cose Belle d’Italia sposa una missione: offrire gratificazione di natura etico-culturale. E lo vogliamo fare anche attraverso proposte che valorizzino la cultura e le eccellenze del nostro Paese, da contenuti di prestigio a concerti di musica classica, da format di balletti a circuiti sportivi, da festival culinari a mostre d’arte e design, che a loro volta possono convivere o contaminarsi l’un l’altra”, ha concluso Stefano Vegni, presidente e fondatore di Cose Belle d’Italia.