DIGITAL

Il digitale è sempre più mobile. Indicatori tutti in crescita


04.02.2016

We Are Social ha pubblicato il suo report annuale ‘Digital in 2016’. La ricerca prende in considerazione lo scenario digitale fornendo statistiche e trend sia a livello globale che sui singoli mercati, analizzando i dati demografici degli utenti attivi su internet e offrendo una panoramica regionale e globale dei dati chiave su web, social media e l’utilizzo mobile.

La relazione copre più di 240 paesi con un focus approfondito su 30 tra le nazioni più influenti a livello economico. Nel report è possibile trovare informazioni e dati sulla situazione attuale e le variazioni registrate in rapporto all’anno 2015. Per il report tutti i principali indicatori sono in crescita. Guardando all’Italia, si contano oltre 37 milioni di utenti attivi su internet, con un aumento del 6% rispetto all’anno precedente. Sono invece 28 milioni le persone attive sui social media. In questo contesto il dato che registra una decisa crescita rispetto al 2015 è quello legato all’utilizzo dei canali social da dispositivi mobile: l’anno scorso erano 22 milioni gli account ad accedere da smartphone, oggi 24 milioni.

E’ cresciuta del 5% la percentuale di persone che accedono a internet da mobile, rispetto alla popolazione totale, e del 3% quella di accessi complessivi. Dall’analisi emerge che il 79% di chi accede a internet lo fa ogni giorno. Orientando l’attenzione sulle piattaforme social che comprendo sia i social network sia i servizi di instant messaging, emerge come Facebook sia lo strumento più utilizzato in Italia con una penetrazione del 33%, seguito da WhatsApp e Facebook Messanger (entrambi parte dell’ecosistema costruito da Zuckerberg) che si posizionano al secondo e terzo posto. Instagram passa, invece, a una penetrazione del 12% (contro  il 6% del 2015) così come Twitter.

Interessanti anche i dati legati agli acquisti online: risulta del 48% la mpercentuale di persone che hanno acquistato un prodotto o servizio online negli ultimi 30 giorni (23% da  mobile) mentre sale al 56% il dato su chi ricerca informazioni su prodotti prima dell’acquisto. Allargando lo sguardo all’orizzonte globale tutti i dati di utilizzo rivelano un segno ‘più’ rispetto al 2015,quando erano 3 miliardi le persone ad accedere a internet (contro i 3,4 miliardi di oggi, con una penetrazione  sul totale della popolazione mondiale del 46%, nel 2015 era del 42%), e poco più di 2 miliardi gli account attivi sui canali social (oggi il dato supera i 2.3 miliardi). Il numero di utenti internet totali è cresciuto del 10%. Il numero di utenti attivi sui canali social è aumentato di 219 milioni di unità (+10%). Il numero di persone che usano dispositivi  mobile è cresciuto del +4% (+141 milioni).

Anche in questo caso  il dato maggiormente in crescita riguarda il numero di persone che accedono a social media da dispositivi mobile: +17% (l’incremento è di 283 milioni di persone). I dati relativi ai dispositivi che le persone usano per visitare pagine web mostra come si tenda a usare sempre meno il computer e sempre piùlo smartphone con una percentuale che raggiunge il 39% (+21% rispetto al 2015) per questo tipo di attività. Parlando di piattaforme social, Facebook è il canale social maggiormente utilizzato con più di 1 miliardo e mezzo di utenti attivi, mentre Instagram ne conta 400 milioni e Twitter 320 milioni.

In forte crescita l’uso di servizi diinstant messaging: Whatsapp si sta avvicinando al miliardo di utenti attivi (oggi ne conta 900 milioni,contro i 600 di 12 mesi fa), Facebook Messanger ha superato gli 800 milioni (erano 500 milioni nel 2015) mentre Snapchat ha raddoppiato la sua base utenti, passando da 100 a 200 milioni.

Per il report completo clicca qui