CREATIVITY

A Interbrand la gara per il brand unico Tim


16.12.2015
Marco Patuano

A supporto partirà una campagna istituzionale firmata Leagas Delaney. L’inventore del web, Tim Berners-Lee, sarà testimonial

di Andrea Crocioni

Tra meno di un mese Telecom Italia presenterà il nuovo logo aziendale. E l’anno prossimo tutte le offerte commerciali convergeranno su Tim. Lo ha annunciato ieri Marco Patuano, amministratore delegato del Gruppo di tlc, in occasione dell’assemblea dei soci che si è tenuta nella giornata di ieri a Milano. Il percorso, annunciato da tempo, si concluderà a gennaio con la presentazione ufficiale del nuovo logo realizzato, secondo quando risulta a Today Pubblicità Italia, dall’agenzia Interbrand.

La struttura specializzata, fra le principali realtà a livello internazionale nella brand consultancy, è stata selezionata da Telecom Italia a seguito di un articolato processo di gara. Per Telecom Italia non si tratta di una semplice revisione grafica del logo, ma questa operazione rappresenta per il Gruppo una manifestazione concreta della nuova vision che di fatto porterà a consolidare il riposizionamento sul mercato da parte della compagnia.

Anche per questo il lavoro sul ‘brand unico’ portato avanti dall’azienda, un processo complesso che ha richiesto mesi di lavoro, sarà accompagnato da un’importante campagna pubblicitaria corporate che andrà a celebrare il nuovo corso.

A firmare la creatività sarà ancora una volta Leagas Delaney, partner confermato anche per il 2016, nonostante i rumor dei mesi scorsi in merito all’avvio di attività di scouting sul mercato pubblicitario da parte di Telecom Italia in vista di una possibile gara. Ipotesi, quest’ultima, almeno per il momento archiviata, visto che l’agenzia, guidata in Italia da Alessandro Scarinci con gli ecd e vp Stefano Campora e Stefano Rosselli, sarebbe impegnata anche nella messa a punto del nuovo format (Pif sarebbe confermato).

Fra i protagonisti della nuova comunicazione istituzionale legata al brand unico ci sarà Tim Berners-Lee, informatico britannico co-inventore, insieme a Robert Cailliau, del World Wide Web. Una scelta pienamente centrata, sia per la caratura internazionale del personaggio, sia perché mettendo sotto l’unico cappello di ‘Tim’ le attività mobile e da linea fissa il Gruppo ha finito con il prendere il nome proprio dell’inventore del web. Una ‘fortunata’ coincidenza.