MEDIA

Su Boing arrivano I Capatosta, la prima ‘sitcam’ della tv


14.12.2015

Un mix tra fiction e realtà prodotto da Magnolia e Zodiak Active

di Fiorella Cipolletta


Arriva in esclusiva prima tv su Boing, la sitcom I Capatosta, in onda a partire da domani, tutti i martedì, alle ore 19.30. Prodotta da Magnolia e Zodiak Active per Boing, la sitcom I Capatosta è l’adattamento italiano dello show Los Gonzalez (proprietà di La Competencia e Televisa), nato in Venezuela, che presenta un innovativo e divertente mix tra fiction e realtà, il tutto condito da buona dose di umorismo. Leo è un padre di famiglia come tanti con una moglie Lara, tre figli Emma, Nic e Rocco, e una suocera Bruna.

Quando l’agenzia di viaggi in cui lavora è costretta a chiudere, perché ormai le persone organizzano le vacanze prenotando on line, rimane disoccupato e con un odio sfrenato verso internet e la tecnologia. Un giorno, però, Leo decide di provare a conoscere il suo nemico e l’odio presto si tramuta in amore. Dopo aver passato giorni e notti intere a capire cosa avesse di tanto interessante il web, si rende conto che esiste un mondo parallelo al suo, un modo molto affascinante, talmente bello da cambiargli la vita e da fargli capire quale sarà il suo futuro lavoro: lo Youtuber.

Il giorno in cui annuncia la sua idea alla famiglia, l’effetto non è certo quello sperato. La moglie, Lara, che lavora alle Poste, è l’unica al momento a portare a casa uno stipendio. Con tre figli a carico – uno di 6, uno di 10 e una di 14 anni – e la nonna che vive da loro, la situazione potrebbe diventare catastrofica, Lara spera quindi che Leo desista ed inizi a cercarsi un ‘vero’ lavoro.

L’entusiasmo dell’uomo però è travolgente e chiede ai familiari un mese di prova per dimostrare di poter diventare una star del web. Con rassegnazione la moglie accetta, ma quello che ancora non sa è che tutti loro diventeranno i complici dei divertenti deliri del marito. Dopo i primi rudimentali esperimenti video – disgustose ricette, tutorials di bricolage e consigli sull’amore – Leo trova finalmente la sua strada: le candid camera.

“Questo format era la nostra ambizione più grande – spiega a Today Pubblicità Italia Marco Rosi, Head of Channels di Boing -. Un genere innovativo e di grande attualità che si differenzia dal punto di vista narrativo e capace di aggiungere al nostro palinsesto un format appetibile e fruibile per tutta la famiglia”.

I Capatosta mescola fiction e realtà grazie ad una famiglia che non è reale, ma si comporta come se fosse come. “I Capatosta sono una ‘sitcam’ – sottolinea Rosi -. La serie presenta, infatti, un inedito connubio di generi in cui la storia della famiglia è fiction, i suo componenti sono attori e i dialoghi seguono una sceneggiatura, mentre le candid camera che vengono realizzate per le strade di Milano sono reali. Per gli scherzi il cast si è dovuto interfacciare con persone inconsapevoli sia di essere le ‘vittime’ di una candid camera – continua Rosi -, che di essere alla stesso tempo parte di una fiction televisiva. Il risultato è stato sorprendente. Le divertenti reazione dei cittadini caduti nelle trappole de I Capatosta sono da non perdere”.