WORLD

Publicis Groupe: nuovo business model con 4 Solutions hub e il cliente al centro


04.12.2015
Maurice Lévy

Publicis Communications, Publicis Media, Publicis.Sapient e Publicis Healthcare saranno guidati da Arthur Sadoun, Steve King, Alan Herrick e Nick Colucci

Publicis Groupe ha deciso di modificare il suo business model, mettendo il cliente al centro della sua organizzazione, come ha spiegato il chairman e ceo Maurice Lévy in un video diffuso lo scorso mercoledì sera. L’idea consiste nel trasformare le attuali strutture, costruite intorno al concetto di worldwide network, rompendo i silos per offrire ai clienti l’intero know-how del gruppo e la sua expertise attraverso ‘the Power of One’.

In pratica, tutte le conoscenze e capacità saranno a disposizione dei clienti in un modo semplice e flessibile. I servizi al cliente saranno d’ora in poi gestiti da un chief client officer, responsabile del range di servizi e skill di cui il cliente potrà beneficiare, non importa quale disciplina o in che Paese. Qualora possibile, il team dedicato lavorerà sotto lo stesso tetto.

Il team dei chief client officer sarà supervisionato da un groupe chief revenue officer. Laura Desmond ricoprirà questo nuovo ruolo e sarà anche responsabile della crescita del gruppo relativamente a new business e futuri sviluppi. Le discipline saranno declinate in 4 Solutions hub a disposizione dei chief client officer.

Publicis Communications, gestita dal ceo Arthur Sadoun, comprenderà tutti i network creativi Publicis Worldwide, MSL, Nurun, Saatchi & Saatchi, Leo Burnett, BBH e Marcel, e il production hub Prodigious. Publicis Media con a capo il ceo Steve King, comprenderà Starcom Mediavest, ZenithOptimedia, Vivaki, Performics, MRY, Moxie o RUN e tutte le realtà associate. Publicis.Sapient, creata per il mondo del futuro fatto di piattaforme digitali, sarà guidata dal ceo Alan Herrick: includerà Sapient Consulting, SapientNitro, DigitasLBi, Razorfish e tutte le realtà associate.

Publicis Healthcare con a capo il ceo Nick Colucci, integrerà tutte le soluzioni Health e casino Pharma. Ogni sigla, per esempio Saatchi & Saatchi o ZenithOptimedia o DigitasLBi, continuerà il processo di espansione, con la propria cultura e il proprio approccio specifico alla creatività e ai servizi.

L’identità e il successo di ciascuno dei marchi del Gruppo saranno preziosamente conservati e alimentati. Tutto il network Publicis già risponde direttamente a Sadoun, che diventerà referente anche dei capi mondiali di S&S e Leo Burnett, al posto di Lévy, che, secondo quanto annunciato, dovrebbe lasciare l’incarico nella primavere 2017. Il Gruppo Publicis genera oltre il 90% delle sue revenue in 20 mercati.

I Paesi dove il business è di minore impatto saranno gestiti da Publicis ONE, guidata dal ceo Jarek Ziebinski: tutte le entità saranno riunite sotto un unico ombrello e un unico management team, per assicurare un miglior coordinamento dei servizi offerti, ma rispettando la privacy dei clienti. Al fine di coordinare e sfruttare al meglio tutte le attività, sarà allestito un comitato nei principali paesi in cui il Gruppo Publicis opera, che rappresenterà tutte le soluzioni e verrà guidato da un rappresentante  del gruppo. Il primo a essere messo in atto è il comitato degli Stati Uniti, guidato da Laura Desmond. La riorganizzazione del gruppo sarà attiva dal 2 gennaio 2016.