DIGITAL

Iab Forum 2015: da Martin Eberhard a Oliver Stone per un’edizione da record


03.12.2015

di Laura Buraschi


Iab Forum 2015 ha chiuso ieri i battenti stabilendo un nuovo record di presenze:  14.000 persone, 2.000 in più dello scorso. ‘Learn, Do, Become’: questo il tema dell’evento di riferimento della comunicazione digitale che nella seconda giornata ha visto la presenza di tanti ospiti dal mondo della tecnologia ma anche celebrities.

Partendo però dal fronte ‘istituzionale’, Daniele Sesini e Stefano Portu, rispettivamente general manager e consigliere di Iab, hanno confermato le tre direttrici su cui si è mossa Iab nel 2015 (formazione, dati e ricerche, coinvolgimento dei soci nelle attività associative) e annunciato il nuovo programma Iab Certification.

“Abbiamo preso il modello più efficace, quello utilizzato negli Usa – ha sottolineato Portu – e vogliamo portarlo in Italia per dare un segnale concreto di come questa industry vuole essere eccellente”.

Ospiti d’eccezione della seconda giornata Martin Eberhard, co-fondatore Tesla Motors, che ha raccontato i suoi ultimi successi nell’intervento ‘Building a culture of innovation: present and future of technology’ e Oliver Stone, il regista che ha spiegato l’evoluzione del linguaggio anche nell’ambito del Digitale, sottolineando che “l’uso della tecnologia nel cinema dipende dalla storia che vuoi raccontare. Troppa tecnologia è noiosa”. I due ospiti internazionali hanno rispettivamente aperto e chiuso la giornata.

La mattinata al MiCo ha visto quindi l’intervento di Melissa Satta, che ha raccontato la sua esperienza con i touch point Digitali e la sua evoluzione negli anni, che l’ha portata a diventare imprenditrice e a utilizzare tutti gli strumenti offerti dalla tecnologia a 360°.

A seguire, Francesco Nazari Fusetti, co-founder & ceo Charity Stars, insieme a Francesco  Facchinetti ha condiviso la sua esperienza in tema di Charity ed evoluzione digitale. Paolo Barberis, consigliere per l’innovazione del Presidente del Consiglio, e Riccardo Donadon, founder & ceo H-Farm, sono entrati nel merito del percorso e dell’accelerazione che il nostro Paese, in una stretta collaborazione tra pubblico e privato, sta facendo sul tema dell’agenda digitale e sull’innovazione come chiave per la crescita delle aziende e per la creazione di posti di lavoro.

Alex Mackenzie Torres, vp global product marketing Moovit, e Jeffrey Schnapp, ceo Piaggio Fast, hanno approfondito il tema della new mobility e sono entrati nel merito dei principali trend del mercato, mentre Limor Schweitzer, Founder & ceo RoboSavvy, ha parlato del tema della Robotica e dei Droni.

Le conclusioni sono state affidate al presidente Iab Carlo Noseda: “Il successo di questa edizione del Forum non è solo numerico, anche se registriamo una crescita quasi del 20%. È soprattutto un’evoluzione in termini di atteggiamento, prospettive, consapevolezza da parte dei protagonisti della Industry, che devono essere pronti a osare, fare sistema, per crescere e conquistare nuove aree business. Il mercato, come abbiamo visto ieri, sta crescendo – sottolinea ancora il presidente -: quindi rimbocchiamoci le maniche con qualità, semplicità e creatività. È iniziata l’era dell’Advertising of Things, dove utenti e device sono sempre più interconnessi. Nascono così milioni di touch point su cui potremo costruire valore per le persone e per tutti gli operatori della nostra industry. Ma non solo – ha concluso -: la nostra crescita non deve andare a scapito degli altri mezzi, dobbiamo essere promotori di una crescita complessiva”.