MEDIA

Viacom Italia alla conquista del target pre-adolescenti con TeenNick


01.12.2015
Paolo Romano

Il dg della concessionaria Paolo Romano: “La raccolta adv ottobre-dicembre cresce a due cifre. Il comparto Kids vale il 13% del totale degli introiti, gli eventi il 20%”

di Valeria Zonca

Viacom International Media Networks Italia è pronta al varo di TeenNick, trasmesso in esclusiva su Sky in posizione 620 a partire dal 4 dicembre, come annunciato nella conferenza stampa di presentazione ieri a Milano. Rivolto al target dei pre-adolescenti (10-15 anni), il canale allarga il portfolio di prodotti pay Kids&Family dell’editore, aggiungendosi a NickJr (Sky 603-604) dedicato al target prescolare e Nickelodeon (Sky 605-606) per i ragazzi dai 6 ai 10 anni. “Si tratta di un lancio importante sotto il profilo degli ascolti  e del presidio di un target che era solo parzialmente coperto”, ha introdotto  Sergio Del Prete, da poche settimane nuovo VP Editorial Content della società guidata dall’ad Andrea Castellari.

“Ora offriamo tre canali con un posizionamento chiaro e con contenuti ad hoc, in prevalenza realizzati dalla casa madre negli Usa, che è una factory creativa prolifica e all’avanguardia che nel 2015 ha lanciato 15 nuovi pilot tra animazione e live action. Il gioco comico su cui si basa l’offerta riuscirà a coinvolgere femmine e maschi”, ha spiegato Daniela Di Maio, direttore di Nickelodeon. Tra le serie attese alcune novità come Bella e i Bulldogs, Make it Pop, Game Shakers da febbraio 2016, e alcuni ritorni tra cui Big Time Rush e Sam&Cat.

“Definire il pubblico attraverso l’età è ormai un po’ ‘antistorico’. La sfida di Viacom è quella di riuscire a ingaggiare un target difficile, diviso tra i bisogni di rassicurazione e di emancipazione, per i quali il concetto di canale è ormai superato: per loro è pronta una proposta 2.0 in grado di accompagnarli e di stimolarli”, ha dichiarato Morena D’Incoronato, Research & Insight Director. L’hashtag #MySelfiechannel sarà una ‘finestra sul mondo’ che gli utenti potranno usare per raccontare le loro esperienze, così come la pagina Fb, l’account Twitter e il sito teennick.it. A supporto del lancio di TeenNick è già on air una campagna su tutti i canali Viacom e Sky.

“Il comparto Kids è trainante anche dal punto di vista della raccolta pubblicitaria – ha spiegato a margine Paolo Romano, dg di Viacom Advertising & Brand Solutions -, ma stanno performando bene casino online anche il brand Mtv e Comedy Central. L’anno fiscale si è chiuso in crescita al 30 settembre e c’è la conferma di un costante andamento positivo, a due cifre, del trimestre ottobre-dicembre, nonostante il perimetro ridotto. Nel nostro portafoglio il segmento kids vale il 13% della raccolta totale, grazie anche al  contributo di Super, canale del dtt, che ha registrato una crescita del 16% e una share oltre il 6%, diventando il secondo canale per audience del target kids. NickJr e Nickelodeon rappresentano 1/3 dell’ascolto in area pay, vale a dire l’8% di tutti i bambini esposti all’ascolto. Attualmente siamo al 16% del mercato, ma ci sono ambizioni di crescita. Dal nuovo canale ci aspettiamo un impatto positivo sugli investitori che possono targettizzare maggiormente le loro campagne”.

Riguardo alla decisione della Rai di togliere la pubblicità da Rai Yo Yo, Viacom Advertising stima “dai 10 agli 11 milioni che saranno spalmati sui vari canali Kids”. Altro asset fondamentale per la concessionaria sono gli eventi, “che storicamente rappresentano il 20% della raccolta. Nel 2015 i Digital Days, la Music Week e gli Mtv Ema, che si sono tenuti in Italia, hanno coinvolto e convinto molti sponsor.  Nel 2016 ci concentreremo sugli Mtv Awards, i Digital Days e sul lancio dello Slimefest, format internazionale legato a Nickelodeon, e ora anche a TeenNick, che vorremmo lanciare in Italia”.