DIGITAL

Amaranto punta sul lato creativo della tecnologia


30.06.2015

di Andrea Crocioni 


Far sposare la tecnologia con la creatività. E’ la sfida intrapresa da Amaranto, agenzia digital nata in Lazio nel 2003 (con sedi a Roma e ad Aprilia), e che in questi anni ha subito un forte processo di evoluzione suggellato da una serie di nuovi incarichi. Fra i più recenti ricordiamo la realizzazione del nuovo sito del MAXXI di Roma. “Oggi ci proponiamo come un partner in grado di gestire una relazione continuativa con il consumatore, che nel frattempo è diventato un consumatore digitale”, spiega Francesco Valenza, fra i fondatori della sigla.

“Il nostro obiettivo – ha continuato – è quello di non essere più associati esclusivamente alla realizzazione dei siti web. Puntiamo ad affiancare le aziende nello sviluppo della piattaforma e delle strategie di comunicazione. Nel nostro lavoro abbiamo una visione chiara: è indispensabile collegare il design alla semplicità di fruizione”. Un’impostazione che ha pagato proprio nella gara che ha portato all’incarico ricevuto dal MAXXI. Un approccio non più solo tecnico, ma crossmediale “che ci consente di sfruttare al meglio tutte le opportunità del web”, sottolinea Valenza. Ad avere fiducia nel nuovo corso di Amaranto Domina Skin Care, brand del beauty  che si sta facendo largo nel settore e che a seguito di una consultazione si affidato all’agenzia.

“Per Domina Skin Care – ha chiarito Francesco Valenza  – stiamo seguendo tutta la strategie di comunicazione. Siamo partiti dalla brand identity, abbiamo proseguito con la presentazione del prodotto e lo sviluppo della campagna social ‘Vera come te’”. Fra i clienti storici di Amaranto figura Urban Vision, fra  le principali realtà dell’out of home in Italia. “Per loro seguiamo stabilmente tutta la comunicazione”, ha ricordato il professionista. Fra le collaborazione più recenti, invece, il fondatore dell’agenzia segnala Optimares e Yasava, entrambi brand del settore aeronautico. Ad oggi Amaranto conta su un team, fra interni e collaboratori, di 12 persone. “Per il prossimo futuro la nostra intenzione è quella di verticalizzare l’offerta nei settori nei quali abbiamo maturato competenze. Intanto stiamo mettendo in atto una strategia di rafforzamento nell’area del content, con la creazione di una divisione specializzata”, ha concluso Valenza.