MEDIA

Il CIO affida i Giochi Olimpici 2018-24 a Discovery ed Eurosport


30.06.2015

Nella foto David Zaslav e Thomas Bach

Assegnati tutti i diritti di trasmissione televisiva e multipiattaforma in Europa. Valore dell’operazione di 1,3 miliardi di euro

Il Comitato Olimpico Internazionale (CIO) ha annunciato ieri che tutti i diritti di trasmissione televisiva e multipiattaforma per i quattro Giochi Olimpici che si svolgeranno nel periodo 2018-2024 sono stati assegnati a Discovery Communications, la casa madre di Eurosport. L’accordo riguarda i XXIII Giochi olimpici invernali di PyeongChang del 2018 e i Giochi della XXXII Olimpiade di Tokyo 2020, nonché i Giochi olimpici del 2022 e 2024, le cui città ospitanti devono ancora essere elette.

Con una media di 10 canali in ciascun mercato e l’offerta sportiva online e  OTT, Discovery ed Eurosport raggiungeranno una platea composta da più di 700 milioni di persone in tutta Europa. Discovery ha acquisito i diritti esclusivi, del valore di 1,3 miliardi di euro, su tutte le piattaforme, inclusa la televisione free-to-air, la pay tv, online e la telefonia mobile (compresi Eurosport Player, DPlay, eurosport.com ed Eurosport 360) in tutte le lingue dei 50 Paesi e territori del vecchio continente. In linea con i requisiti del CIO e del mercato locale, Discovery si è impegnata a trasmettere almeno 200 ore dei Giochi olimpici e 100 ore dei Giochi olimpici invernali sulla televisione free-to-air durante l’evento. Discovery concederà in sottolicenza una parte dei diritti in molti mercati europei. Discovery ha acquisito i diritti in tutti gli stati Europei (Italia compresa) a eccezione della Federazione Russa.

“L’impegno a lungo termine sulla programmazione, assunto con il presidente Thomas Bach e il CIO, è una conferma della posizione di Eurosport come leader europeo nel campo sportivo e incrementerà sensibilmente la presenza del canale su tutte le piattaforme – ha commentato David Zaslav, presidente e ad di Discovery Communications -. L’aggiunta dei Giochi olimpici, il più grande evento dal vivo al mondo, è un tassello editoriale e strategico perfetto. Ma, soprattutto, questa nuova collaborazione è una vittoria per gli sportivi di tutta Europa, perché offriremo loro una quantità di contenuti mai vista prima su tutte le piattaforme, in modo da assicurare che la fiamma olimpica risplenda viva tutto l’anno”. “Abbiamo preso la guida di Eurosport un anno fa e abbiamo avviato un percorso di lungo termine volto a rinvigorire e rafforzare le reti e il brand – ha aggiunto Jean-Briac Perrette, presidente di Discovery Networks International -. È con grande entusiasmo e umiltà che ci uniamo a uno dei marchi globali più potenti e riconosciuti, che non solo rende possibile il più grande evento globale ma diffonde anche il dna della nostra azienda, che mira a coinvolgere e a ispirare le persone, oltre che a intrattenerle”.