CREATIVITY

Fabio Teodori (FCB): “L’Italia deve cercare territori di creatività internazionale”


29.06.2015

di Serena Poerio


“Torno contento, energizzato e consapevole che è sempre solo ‘all around people’”. Così Fabio Teodori (nella foto), direttore creativo esecutivo di FCB Milan ha salutato l’edizione 2015 del Festival Internazionale della Creatività di Cannes. L’agenzia si è aggiudicata un bronzo nella categoria media per Own Board Magazine per Tam Airlines.

“Tam Airlines è una compagnia aerea sudamericana. Siamo andati al nocciolo della loro mission: prendersi cura dei passeggeri – ha dichiarato il creativo -. Abbiamo intercettato un medium sottovalutato, il magazine di bordo che di solito si identifica con un prodotto obsoleto, sfogliato male. Con Facebook Connect ci siamo inseriti nel processo di booking online e abbiamo avuto accesso ai loro dati e individuato i loro interessi. Con quei dati abbiamo creato un magazine customizzato. Siamo stati coraggiosi: abbiamo incrociato i loro dati e i loro interessi con quelli della rotta. Si celebrava infatti l’ottavo anniversario del tragitto Milano – San Paolo. Abbiamo accompagnato i passeggeri nel momento del decollo, che è molto delicato, migliorando il tempo di lettura della rivista del 1200%. Tutti hanno portato a casa la rivista”. Teodori ha riassunto gli elementi di successo della campagna: “Abbiamo fatto qualcosa di concreto, memorabile e fisico, puntando alla fidelizzazione con la marca, che nel caso della compagnia aerea ha un’enorme importanza”. FCB Milano ha iscritto ai Cannes Lions 3 lavori, Own Board Magazine, Nivea Goodnight e l’Isola Bacardi.

“L’Italia è arrivata con idee straordinarie, allineate sia al livello di creatività del Festival che degli anni precedenti”, ha continuato Teodori. Sull’utilizzo dei dati e il loro supporto alla creatività il manager ha commentato: “I dati possono essere uno strumento per realizzare delle idee”. Il progetto è stato realizzato dalla coppia creativa Michele Costante, art director e Gianluca Belmonte, copywriter e direttore creativo associato. “Sono le persone a fare la differenza”, ha dichiarato Teodori. Qual è il valore dei Premi? “Un riconoscimento setta uno standard qualitativo, in questo modo si dà una dimostrazione al network alle agenzie e ai clienti della qualità dei lavori dell’agenzia”.

Sull’andamento del nostro Paese a Cannes Teodori ha detto: “Quest’anno la tendenza è stata premiare comunicazioni con comportamenti etici e sociali. Bisogna trovare un equilibrio nelle campagne di csr. Dobbiamo aiutare le marche a vendere e non è sempre facile farlo con campagne che abbiano un alto impatto sociale. E’ necessario riuscire a capire come le marche attraverso idee intelligenti possano aumentare la loro awarennes con alti impatti sul business”. Come Italia: “Dobbiamo sforzarci di superare i nostri cliché e cercare territori di creatività internazionale”. Su Cannes e sul lavoro che maggiormente gli è piaciuto Teodori non ha dubbi: “In Product Design hanno proposto un ferma porta realizzato con un tassello di legno made in Lampedusa. Per aprire le porta agli immigrati. Il lavoro dal titoto The lampedusa door stopper. Open doors for refugees è di Scholz & Friends Berlin. Questa è l’essenza del nostro mestiere, da un pezzo di legno si apre un messaggio incredibile. Avrei voluto farlo io il tassello di Lampedusa”.