MEDIA

Rai Pubblicità, fine anno in pareggio. Lanciato il nuovo format adv Trend


24.06.2015
Fabrizio Piscopo

Piscopo: “Obiettivo di fatturato 2015 a 675 milioni di euro (+4% al netto dei Mondiali di calcio 2014)”

di Valeria Zonca

È già proiettato al 2016 l’ad di Rai Pubblicità Fabrizio Piscopo (nella foto), pensando ai prossimi Europei di calcio e a un possibile ricavo fra i 60 e i 65 milioni di euro. Per il 2015, anno privo di grandi eventi sportivi, l’obiettivo “è quello del pareggio – ha dichiarato il manager – che significa +4% al netto dei Mondiali di calcio 2014. Se il mercato tiene puntiamo a un fatturato di 675 milioni di euro al netto di tutto per fine anno”.

Il 2015, che a febbraio era stato battezzato da Rai Pubblicità ‘Anno Luce’, è incominciato male “toccando proprio in febbraio il fondo, poi a marzo c’è stato un pareggio, ad aprile +1%, a maggio +9%, a giugno overbooking così come già nelle prime due settimane di luglio e di settembre – ha dichiarato Piscopo -. Sono ottimista: non ci saranno problemi a raggiungere il budget prefissato per l’anno. Finanza, automotive e alimentari traineranno gli investimenti. Continueremo a spingere la politica commerciale del 15” che consente di ottenere nuovi clienti. Inoltre, ci siamo aperti, dopo la delibera dell’Agcom nell’agosto scorso, al branded content, un mercato che vale fra i 60 e i 70 milioni di euro, con due operazioni, una per Ferrovie dello Stato e l’altra, attualmente on air, per Yamamay”.

Il Carosello, che negli anni scorsi è servito a rinsaldare i conti, “è un progetto congelato perché adesso sarebbe troppo costoso – ha proseguito l’ad -. Fra i formati nuovi ci sono i sono i Trend, studiato dal comparto marketing che individua le tendenze sociali più in voga come Waste, Lusso low cost, Buongiorno, Pets, Tecno: pianificazioni in spazi selezionati all’interno dei palinsesti costruiti taylor made sulle esigenze del cliente con un collegamento al programma e una grafica personalizzata. Proseguono Intervallo 2.0, La Vita è un Quiz e Camaleonte, mentre per l’autunno è allo studio il programma Maestro Manzi 2.0: dieci minuti di educazione digitale su tutti i canali che possono essere sponsorizzati”.  Nella giornata di ieri sono stati poi presentati i palinsesti da settembre 2015-giugno 2016 dai tre direttori di rete Giancarlo Leone (Rai 1), Angelo Teodoli (Rai 2) e Andrea Vianello (Rai 3).


Rai 1 viene da una stagione vincente con +0,4% in prime time e +0,3% in day time. Pur confermando i capisaldi del canale abbiamo inventato qualcosa di nuovo disegnando un calendario di eventi che comincerà il 29 giugno con il video di ‘Capitani Coraggiosi’ con l’inedito di Gianni Morandi e Claudio Baglioni che dà il nome al tour di settembre. Posso confermare che Carlo Conti condurrà il Festival di Sanremo 2016 e che rimarra fino al 2017 come direttore artistico della manifestazione”, ha detto Giancarlo Leone.

Alla ribalta della nuova edizione di Domenica, in onda da fine settembre, una coppia inedita: Paola Perego e Salvo Sottile. Una scelta che rinforza ed esalta il mix di linguaggi e argomenti che caratterizzeranno il nuovo progetto di intrattenimento per il pomeriggio domenicale di Rai 1. Paola Perego sarà anche conduttrice, con Marco Liorni, de Il Dono, in onda in prime time il mercoledì dal 14 ottobre. Si tratta di un nuovo progetto di ‘emotainment’ che offrirà ai protagonisti la possibilità di ritrovare persone importanti del loro passato per dire finalmente ‘grazie’ o chiedere ‘scusa’. Confermato, il venerdì dal 18 settembre, Tale e Quale Show condotto da Carlo Conti e già diventato un classico dell’offerta di Rai 1. In onda a dicembre, invece, The Gran Plan (titolo provvisorio) per tre puntate: tre istrioniche donne mature, tre ‘nonne’ (non necessariamente celebrity) saranno le protagoniste del programma. Il loro compito sarà quello di girare il Paese per andare in soccorso a persone comuni afflitte da problemi quotidiani di vario tipo.

Torna poi Massimo Ranieri con Sogno e son desto tris: in onda il sabato a gennaio, il mattatore accoglierà sul palco del suo show per 3 puntate ospiti dello star system nazionale e internazionale con i quali si esibirà in inedite performance live. Confermati i titoli cardine della rete, ancorando l’offerta di prime time a basi solide quali la grande fiction e l’intrattenimento, a cui sarà affiancata una grande novità: un vero e proprio calendario di eventi. Nella prossima stagione Rai 1, per la prima volta nella sua storia, serializzerà gli eventi o – meglio ancora – eventizzerà la propria offerta, prevedendo almeno due appuntamenti mensili nel corso della stagione settembre 2015/maggio 2016. Sono oltre venti gli appuntamenti di eccezione finora progettati.

Tra le fiction di lunga serialità, torna Don Matteo 10 e Provaci ancora prof! 6, mentre tra la mini-serie a sfondo sociale c’è molta attesa per Lampedusa, scritta da Andrea Purgatori e Laura Ippoliti con Claudio Amendola e Carolina Crescentini, e Io non mi arrendo, scritto da Marco Videtta, Jean Ludwigg, Enzo Monteleone, con Beppe Fiorello nei panni di Roberto Mancini, vice commissario romano che per primo ha scoperto e denunciato il traffico di rifiuti tossici gestito dalla camorra nelle province tra Napoli e Caserta.


 Rai 2 si presenta al tradizionale appuntamento del 2015 con gli investitori pubblicitari e con i media come la terza rete generalista italiana in ‘prime time’, con un target rinnovato e sempre più giovane.“Due anni fa abbiamo ridefinito l’ossatura del canale che ci ha portato a essere la terza rete generalista raggiungendo l’obiettivo di un pubblico sempre più giovane. Abbiamo abbassato l’età media di 4,5 anni dal 2012 e abbiamo prodotto 30 nuovi programmi – ha detto Angelo Teodoli -. Da segnalare anche il successo sui dati social e web. Fra le novità torna la fiction sul canale con l’Ispettore Coliandro. Grazie a un accordo siglato recentemente, la Gialappa’s sarà a Quelli che il calcio, condotta da Nicola Savino: il calcio avrà un ruolo centrale ma raccontato con una modalitàa attuale”.

Per il prossimo autunno sono previsti ancora quattro nuovi programmi: due nuove proposte in prima serata (Monte Bianco e Stasera tutto è possibile) e due nuove proposte in seconda serata (Sorci Verdi e F… atti Unici). Le prime serate del lunedì e del martedì – saranno interamente dedicate all’intrattenimento. Da lunedi 7 settembre tornerà Pechino Express, l’adventure-game-reality alla sua quarta edizione, che quest’anno vedrà 8 nuove coppie di concorrenti attraversare tre paesi del continente sudamericano in 10 puntate (Perù, Ecuador e Brasile). Il programma, condotto sempre da Costantino della Gherardesca, passerà il testimone, nel prime time del lunedi, a Monte Bianco, il nuovo reality game show ad alta quota condotto da Caterina Balivo.

Per la seconda serata della prossima stagione autunnale, il lunedi dal 21 settembre Sorci Verdi, un progetto che vedrà protagonista J-Ax. Il rapper, nell’insolita veste di monologhista, proporrà filmati ironici e ‘politicamente scorretti’, ispirandosi alla moderna comicità di stampo anglosassone. Nella prima serata torneranno le nuove edizioni di Voyager (a dicembre), Boss in incognito (a dicembre), la quarta edizione di The Voice Of Italy (a febbraio) e Made in Sud (la nuova serie a marzo).


Rai 3 continua, nel segno della tradizione a raccontare la realtà in tutte le sue declinazioni – ha detto Andrea Vianello – cercando di mantenere la natura di rete che produce i programmi. Stiamo lavorando molto sul ritorno del Rischiatutto: una sfida molto affascinante affidata a Fabio Fazio”.

Oltre alla conferma e il rilancio di trasmissioni cardine della programmazione, al rete continuerà la ricerca di nuovi linguaggi e nuovi brand da proporre al pubblico,c on l’avvio di nuovi progetti tesi a dare slancio e caratterizzare le prime serate del giovedì e del venerdì. Le novità più significative in queste due serate riguardano l’approdo su Rai 3 di trasmissioni di genere diverso come l’intrattenimento e la fiction: il giovedì si rivivrà la grande avventura della casa discografica RCA, con un programma evento dal vivo in 4 puntate. Sarà lanciato poi un format, Host in the box, che ha avuto molto successo in Germania e Spagna, ma che sarà declinato sulle esigenze italiane, anche nel titolo. Il viaggio a sorpresa di un personaggio noto in realtà lontane o molto particolari, italiane ed estere, che si trasformerà in un’indagine/reportage on the road.

Tra le conferme: la domenica la staffetta consolidata e vincente tra Che tempo che fa con Fabio Fazio e Luciana Littizzetto e Report e Presa Diretta con Milena Gabanelli e Riccardo Iacona, il lunedì nuovi cicli di Amore Criminale, il martedì Ballarò con Massimo Giannini, che resta il talk di prime time più visto della stagione, per il quale sono allo studio progetti di innovazione che ne rilancino il brand, impegnato nella serrata concorrenza col competitor diretto, il mercoledì la cronaca di Chi l’ha visto? con Federica Sciarelli.

Al sabato Che fuori tempo che fa con Fabio Fazio e Massimo Gramellini seguito dal re del qualitel Ulisse di Alberto Angela. In seconda serata, in una fascia oraria storicamente preziosa per Rai 3, saranno lanciati progetti nuovi: Io e George, un viaggio attraverso l’Italia della scrittrice Simonetta Agnello Hornby, e nel 2016 la docureality di un brillante regista come Ivan Cotroneo Chiedi a papà, interessante esperimento sociale di alcuni papà che verranno lasciati per gioco dalle proprie mogli per un periodo a dover gestire i figli piccoli. La novità più strutturale prevede il ritorno di un grande marchio della Rete in coproduzione con Rai Sport: si tratta de Il Processo del lunedì, l’approfondimento sulle partite di calcio del giorno prima con Enrico Varriale che riporta su un canale generalista il commento calcistico.