WORLD

Forecasts di ZenithOptimedia: il mobile adv tra il 2014 e il 2017 passerà dal 5,1% al 12,9%


23.06.2015

Nel 2017 internet sarà il mezzo più importante per raccolta pubblicitaria in 12 mercati chiave che, nel loro insieme, rappresentano il 28% della spesa pubblicitaria globale. A rivelarlo è il nuovo rapporto Advertising Expenditure Forecasts di ZenithOptimedia. La pubblicità su internet attrarrà più di metà degli investimenti totali in quattro di questi mercati. Nella classifica globale dei mezzi, internet resterà al secondo posto alle spalle della tv, anche se il divario fra le quote di mercato dei due mezzi si ridurrà dagli 11 punti percentuali di quest’anno ai soli quattro nel 2017. Internet,già dominante in Australia, Canada, Danimarca, Paesi Bassi, Norvegia, Svezia e Regno Unito entro il 2017, dominerà anche Cina, Finlandia, Germania, Irlanda e Nuova Zelanda. La quota di mercato di internet supererà il 50% in Uk quest’anno, in Danimarca e Svezia l’anno prossimo e in Cina nel 2017. La leva principale della crescita di internet è il mobile advertising. ZenithOptimedia prevede che, fra il 2014 e il 2017, la quota di mercato spettante ai mezzi di comunicazione mobile sarà più che raddoppiata, salendo dal 5,1% al 12,9%.

La quota di internet da desktop rimarrà stabile, aumentando leggermente dal 19,3% del 2014 al 19,4% del 2017, mentre tutti gli altri mezzi perderanno quota di mercato a vantaggio del mobile. La pubblicità su dispositivi mobili contribuirà al 70% di tutta la spesa pubblicitaria globale fra il 2014 e il 2017. ZenithOptimedia prevede che la spesa mondiale in pubblicità crescerà del 4,2% nel 2015, raggiungendo 531 miliardi di dollari Usa, e che accelererà fino a un tasso di crescita del 5,0% nel 2016, grazie alla spinta delle olimpiadi estive di Rio nel 2016 e delle elezioni presidenziali negli Stati Uniti. Gli investimenti adv, quindi, rallenteranno in assenza di questi eventi, crescendo del 4,3% nel 2017. ZenithOptimedia, dunque, ha lievemente corretto al ribasso la propria previsione per la crescita pubblicitaria nel 2015 e nel 2016, riducendo le stime rispettivamente di 0,2 e 0,3 punti percentuali. Questo è dovuto in parte alla forza del dollaro Usa e a segnali di indebolimento in America Latina. ZenithOptimedia si attende ancora tassi di crescita annui a doppia cifra da Argentina, Uruguay e Venezuela, con Costa Rica, Messico e Panama a stretta distanza grazie a crescite dell’8/9% l’anno fra il 2014 e il 2017. Nei mercati ‘Fast-track Asia’ (Cina, India, Indonesia, Malesia, Pakistan, Filippine, Taiwan, Tailandia e Vietnam) ZenithOptimedia prevede che l’adv si espanderà del 9,1% anno su anno fra il 2014 e il 2017.

I Paesi di maggiore successo saranno India, Indonesia, Filippine e Vietnam, crescendo a doppia cifra fino al 2017. L’economia dell’eurozona si è rinsaldata negli scorsi mesi, essenzialmente grazie ai bassi prezzi del petrolio e al programma di quantitative easing della Banca Centrale Europea. Questo stimolo economico ha avuto effetti benefici anche sul mercato adv, che si prevede crescerà del 2,0% quest’anno, in miglioramento rispetto all’1,6% della scorsa previsione di ZenithOptimedia. “Internet sta sempre più dimostrando di essere mezzo dominante per la pubblicità e sorpasserà la televisione entro la fine del decennio – ha dichiarato Steve King (nella foto), ceo di ZenithOptimedia Worldwide -. Ad ogni modo, questo vale solo per la tv tradizionale guardata su apparecchi televisivi. Il tempo che gli spettatori trascorrono guardando video online sta crescendo velocemente e gli inserzionisti stanno spostando i propri budget verso l’online. La diffusione dei dispositivi connessi a internet e le nuove tecnologie pubblicitarie daranno agli inserzionisti nuove opportunità per comunicare coi consumatori e imparare da loro – e per farlo più efficacemente che mai”.