DIGITAL

H-ART entra nella ‘rete’ di Akqa


27.04.2015

Nella foto Massimiliano Ventimiglia, Martin Sorrell e Ajaz Ahmed

Novità nel mondo ‘digitale’ di Wpp. L’agenzia italiana H-ART fa il suo ingresso nel network internazionale di Akqa. L’accordo prevede che le due società mettano a fattor comune i propri team, le competenze e le esperienze per creare progetti che sappiano ridefinire l’essenza dei lavori per i clienti. A seguito di questa operazione la squadra di H-ART sarà incaricata di guidare lo sviluppo del network in nuovi mercati strategici, inclusi quelli del Sud & Est Europa, Medio Oriente & Nord Africa.

“H-ART quest’anno celebra il decimo compleanno da primaria agenzia digitale italiana, coronando il suo sogno di diventare parte di Akqa. Da sempre abbiamo guardato con grande rispetto e ammirazione al lavoro, alla filosofia, ai valori e al team di Akqa – ha dichiarato Massimiliano Ventimiglia, ceo & founder di H-ART -. Oggi è un giorno speciale, che ci porterà a migliorare il nostro impegno per l’Italia e i nostri clienti. Ci permetterà di rimanere fedeli alla nostra visione, vicini ai nostri clienti, fiduciosi e rafforzati dalle potenzialità di nuove opportunità globali”.

E ha aggiunto Ajaz Ahmed, ceo di Akqa: “L’Italia è un Paese meraviglioso e, da sempre, abbiamo sognato di farne parte. Ne ammiriamo l’arte, l’artigianato e la cultura che hanno ispirato i più grandi innovatori nei secoli. Siamo assolutamente felici di investire in Italia per segnare un rinascimento digitale e contribuire allo sviluppo di progetti rivoluzionari per ispirare nuove generazioni d’innovatori. Siamo felici di accogliere H-ART nella famiglia di Akqa”.

Nata nell’aprile del 2005 all’interno del venture incubator H-FARM a Ca’ Tron, sulla laguna Veneta, H-ART  sin dai primi anni di attività evidenzia le sue potenzialità entrando nel 2009 a far parte di Wpp. La struttura ha prodotto sin dalla sua nascita una crescita significativa. Dal 2010 a oggi, l’azienda ha quasi triplicato sia il proprio fatturato sia il proprio profitto prima delle imposte. Oggi può contare un un team di circa 200 persone. Nel 2014 il fatturato si è attestato intorno ai 20 milioni di euro e per il 2015 l’obiettivo è raggiungere il 24 milioni.

“Questa partnership conferma il ruolo da leader di Wpp – ribadisce Massimo Costa, country manager della holding in Italia -, nell’offrire ai nostri clienti talenti e risorse di altissima qualità in ambito digitale e, in particolare, per i brand del Made in Italy che ricercano un partner, in grado di offrire loro un supporto internazionale. H-ART e Akqa sono complementari e rappresentano l’eccellenza del Gruppo a livello nazionale e internazionale”.

Nei prossimi mesi – dopo un periodo di transizione in cui verranno mantenuti entrambi i marchi e comunque entro la fine dell’anno – sarà completato il rebranding che porterà  Akqa a essere il solo marchio operativo sul mercato italiano. Il fondatore di H-ART, Massimiliano Ventimiglia manterrà il ruolo di ceo della società italiana, così come continuerà a ricoprire l’incarico di cdo di WPP Italia e a far parte dell’Executive Board di GroupM Italia.