MEDIA

Gruppo Espresso: nel primo trimestre ricavi a -3,7%, adv a -2,8%


24.04.2015
Monica Mondardini

Si è riunita ieri a Roma, presieduta dal Carlo De Benedetti, l’Assemblea dei soci di Gruppo Editoriale L’Espresso, che ha approvato il bilancio civilistico ed esaminato il bilancio consolidato del Gruppo per l’esercizio 2014. L’Assemblea ha poi ha determinato in 11 il numero dei componenti il Consiglio di amministrazione, nominando per il triennio 2015-2017: Agar Brugiavini, Alberto Clò, Carlo De Benedetti, Rodolfo De Benedetti, Francesco Dini, Silvia Merlo, Monica Mondardini (nella foto), Elisabetta Oliveri, Luca Paravicini Crespi, Michael Zaoui, Massimo Belcredi. L’Assemblea ha inoltre nominato i componenti il Collegio sindacale della società per il triennio 2015-2017: Stefania Mancino, Presidente del Collegio sindacale, Pietro Manzonetto e Marina Scandurra Sindaci Effettivi. I sindaci supplenti saranno Riccardo Zingales, Antonella Dellatorre e Andrea Bignami. Si è poi riunito il Consiglio di Amministrazione che ha approvato i risultati consolidati al 31 marzo 2015 presentati dall’amministratore delegato Monica Mondardini.

Il Gruppo ha chiuso il primo trimestre 2015 con un risultato netto positivo pari a 12 milioni di euro. I ricavi consolidati, pari a 146,6 milioni di euro, hanno registrato un calo del 3,7% sul primo trimestre 2014 (152,3 milioni di euro), con una minore flessione rispetto a quella registrata nel precedente esercizio. I ricavi diffusionali, pari a 55,7 milioni di euro, hanno mostrato una flessione del 3,8% rispetto al corrispondente periodo dell’esercizio precedente (57,9mn). I ricavi pubblicitari hanno registrato un calo del 2,8%. La raccolta su radio ha mostrato una crescita del 2,6%, quella su internet è stata in linea con il corrispondente periodo dello scorso esercizio (+0,1%), mentre la raccolta su stampa ha registrato un decremento del 6,9%. I costi sono scesi del 3,0%, con una riduzione sostanzialmente equivalente a quella dei ricavi; sono diminuiti in particolare i costi fissi industriali, grazie al proseguimento nel corso del 2014 delle attività di riorganizzazione della struttura produttiva del Gruppo, ed i costi di gestione e amministrazione, in particolare per quanto concerne i costi generali. Il margine operativo lordo consolidato è ammontato a 13,9 milioni di euro, sostanzialmente in linea rispetto ai 14,2 milioni di euro del primo trimestre del 2014.

Il risultato operativo consolidato è stato pari a 10,2 milioni di euro, equivalente a quello del corrispondente periodo dell’esercizio precedente. Per area di attività, la stampa ha mostrato una sostanziale tenuta della redditività, mentre la radio ha registrato una leggera ripresa. A parità di risultato operativo, l’incremento dell’utile netto, pari a 9,9 milioni di euro, è dovuto a minori imposte per 2 milioni, al riassetto delle attività televisive per 1,1mn e alla plusvalenza di 6,1mn generata dall’operazione di vendita della società All Music a Discovery Italia. L’organico del Gruppo, inclusi i contratti a termine, ammontava a fine marzo a 2.285 dipendenti e l’organico medio del periodo è stato inferiore del 3,8% rispetto al primo trimestre del 2014.