CREATIVITY

Assorel, via alla nuova governance. Il 20 aprile si elegge presidente e Consiglio direttivo


01.04.2015

di Valeria Zonca


Si è tenuta ieri a Milano la prima assemblea annuale dei soci Assorel nel corso della quale sono state approvate alcune modifiche allo Statuto che renderanno più veloce la procedura di elezione del presidente, deliberando, contestualmente, di costituire il nuovo Consiglio direttivo di 5 consiglieri compreso il presidente, per rendere più snella la governance dell’associazione. Il nuovo Statuto è stato votato ieri da oltre un terzo dei soci.

Il confronto tra gli associati è proseguito sulla condivisione dei risultati emersi dal workshop associativo del 13 febbraio scorso sul posizionamento di Assorel, focalizzandosi sul ruolo centrale della industry al servizio dello sviluppo e della crescita del Paese. E’ stato inoltre deliberato il reintegro del primo dei soci dimissionari che ne hanno fatto richiesta, con il rientro della società bolognese Homina pdc. Sono in corso dialoghi per cercare di far rientrare tutte le 11 strutture uscite nel 2014.

Le agenzie uscite, invece, nel 2015 a seguito delle dimissioni dell’ex presidente Andrea Cornelli, non avendo consegnato la disdetta entro lo scorso 30 settembre, godono ancora formalmente del diritto di voto, ma in coerenza con la ‘rottura’ non sarebbero intenzionate a prendere parte alle elezioni. Il gruppo, infatti, è ormai concentrato sul  nuovo progetto aggregativo che dovrebbe arrivare a compimento nel breve periodo, anche se non è stata ancora annunciata la road map. Il prossimo 20 aprile, data in cui è stata convocata l’assemblea in cui saranno eletti il nuovo presidente e Consiglio direttivo, dunque, a meno di clamorosi rientri dell’ultimo minuto dovrebbe coinvolgere un numero nettamente inferiore ai 34 soci aventi diritto di voto.