WORLD

SC Johnson avvia una gara globale per il media buying


27.03.2015

La multinazionale SC Johnson intende avviare una revisione globale dell’incarico per le attività di media buying. Secondo quanto riportato dalla stampa estera, la società spende annualmente in marketing circa 200 milioni di sterline (oltre 270 milioni di euro), con una forte concentrazione di investimento negli Stati Uniti.

Il budget è attualmente nelle mani di Maxus (Wpp), scelta a livello globale nel 2011. Lo scorso anno l’azienda ha intrapreso una revisione delle attività di media planning, consolidando l’incarico nelle mani di PHD (Omnicom Media Group). Il processo di revisione del media buying sarà gestito direttamente dagli Usa, con i mercati locali chiamati a intervenire se necessario.

SC Johnson, fondata da Samuel Curtis Johnson nel 1886 come azienda produttrice di parquet, è ancora oggi di proprietà della famiglia Johnson: con 14.000 dipendenti, distribuiti nelle 65 consociate, è presente in più di 70 nazioni. Il primo esempio di innovazione fu la produzione e la commercializzazione di un prodotto specifico per i pavimenti di legno, la Cera Pronta Johnson.

Nel 1960 arriva a Milano. Nel 1971 assume la denominazione di Johnson Wax S.p.A. e si trasferisce ad Arese, cittadina nell’hinterland milanese che, per modello di sviluppo, rispecchia molto da vicino un ideale ‘American way of life’.Con sede negli Stati Uniti, è oggi tra i leader mondiali nella produzione di prodotti per la cura della casa e deodoranti per l’ambiente. Tra i brand Glade, Off!, Raid e (solo fuori dagli Usa) Autan, Baygon e Mr. Muscle.