CREATIVITY

The Van lancia ExpoDesk. Villani: “Primi mesi del 2015 in positivo”


27.03.2015

di Andrea Crocioni


L’Expo è alle porte. Si tratta di un’occasione di comunicazione irripetibile per le aziende del nostro Paese, che possono far sentire la propria voce e partecipare al dibattito che ruota intorno all’evento, indipendentemente dalla loro partnership ufficiale con l’esposizione milanese.

Da qui l’idea di The Van, agenzia di comunicazione guidata da Luca Villani (nella foto) e Steven Berrevoets, di dar vita al progetto ExpoDesk. Si tratta un sistema di produzione di contenuti legati alla manifestazione, ma tenendo conto delle specificità di ogni azienda. “Più che un servizio su Expo, direi piuttosto un servizio intorno a Expo – spiega Luca Villani, partner di The Van e giornalista professionista -. L’esposizione milanese è una grande occasione di storytelling, su cui praticamente ogni brand può innestare la propria narrazione”.

Operativamente, ExpoDesk si avvale di una redazione virtuale composta da numerosi giornalisti ed editor specializzati, ma con un forte coordinamento centralizzato da parte di The Van, in grado di garantire la coerenza e l’organicità di ogni lavoro. Il servizio ExpoDesk prevede non solo testi, ma anche immagini e video, che potranno essere pubblicati sui media proprietari delle aziende. All’occorrenza, inoltre, The Van potrà anche progettare il ‘contenitore’ editoriale. A sperimentare per prima il servizio Borsa Italiana, per la quale l’agenzia ha curato ‘Food&Finance’, una nuova sezione del sito istituzionale interamente dedicata all’economia del cibo.

“Questa proattività nello sviluppo di nuovi servizi ci sta premiando – osserva Villani -. Nel 2014, un anno per tutti difficile, abbiamo chiuso mettendo a segno una leggera crescita, ma soprattutto siamo stati capaci di produrre marginalità. Cosa non da poco in un settore ipercompetitivo e segnato da un evidente squilibrio fra domanda e offerta. Abbiamo partecipato a tante gare, forse troppe, il nostro proposito per il 2015 è farne di meno, puntando su forme di new business meno dispersive e basate sulla relazione diretta con le imprese”.

Il giudizio sui primi mesi di quest’anno per il manager è positivo: “Gennaio e febbraio registrano un segno più rispetto al 2014 e anche su marzo i segnali sono buoni, anche se i conti si fanno alla fine. Sono fiducioso sia per lo scenario economico generale, che appare meno allo sbando rispetto al recente passato, sia per l’approccio della nostra struttura. Il nostro obiettivo per quest’anno – conclude Villani –  è quello di implementare la capacità di integrare content puro con aspetti tipici dei servizi web, come il seo. Un’altra area che vogliamo rafforzare, e che avrà una sua centralità nel progetto ExpoDesk, è quella legata alla parte video”.