MARKETING

TNS insieme a UniCredit sull’evoluzione del mercato cinese


27.03.2015

L’incontro si è svolto ieri a Milano nella sede di Y&R

La Cina è oggi un Paese in grande evoluzione, caratterizzato da cambiamento, ma anche da continuità, da tensioni e differenze, da diversità etniche, alimentari. Un bacino di 1 miliardo e 400.000 persone che esprimono il portato di una cultura unificante e storica con innesti molto diversi. Se ne è discusso ieri in un incontro a cura di TNS nella sede milanese di Y&R. Partner dell’evento UniCredit, istituzione finanziaria con un network internazionale distribuito in 50 Paesi, 17 dei quali con una banca commerciale radicata sul territorio.

Federico Capeci, chief digital officer e ceo Italy di TNS ha dichiarato a Today Pubblicità Italia: “Siamo presenti in 80 Paesi nel mondo, tra cui la Cina. Lavorando con i grandi brand, abbiamo notato che sono molte le aziende italiane che vogliono investire in questa nazione. Abbiamo circa 20 clienti ‘big brand’ in Italia, di questi il 60% è operativo in Cina, il restante 40% vorrebbe andarci”. In riferimento al settore delle ricerche in Italia il manager ha commentato: “In Italia non sta andando bene, ma è un momento controverso. Il mercato del dato infatti sta crescendo, ma ci sono nuovi player che si sono affacciati in questo segmento. Bisogna decidere come affrontare questo cambiamento con un ruolo diverso e con figure nuove. Nello specifico TNS si riposiziona nel settore delle ricerche con una rinnovata agilità, servizi al cliente, cultura della risposta e non della domanda. Occorre svolgere anche un ruolo consulenziale oltre che di analisi”. Alla lettura del dato si è unita la competenza economica e finanziaria.

Carlo Marini, head of group clients internationalization di Unicredit ha affermato: “Siamo felici di partecipare a questo tavolo dei lavori per dare ai clienti una visione completa per approcciare al mercato cinese. Unicredit da oltre un decennio accompagna le aziende italiane in Europa sostenendo finanziariamente i loro progetti e aiutandole, fin dalle prime fasi, anche nell’individuazione di nuove opportunità di business. In Cina, dove operiamo tramite le sedi di Pechino, Shanghai, Guandzou, stiamo lavorando intensamente per accelerare l’ingresso anche delle PMI in questo mercato strategico e a tal proposito, il recente accordo con Alibaba ne è un’ulteriore chiara testimonianza. In questo contesto, la cooperazione con TNS, non può che essere un ulteriore importante elemento di arricchimento del know how che possiamo mettere a disposizione della nostra clientela”.

Per dare valore ai brand è oggi importante conoscere oggi la nuova Cina, connessa e mobile, con nuove e più sofisticate sensibilità, più raffinata e meno funzionale. Le aziende occidentali, nel loro proporsi a questo mercato così attrattivo, devono far tesoro di questi cambiamenti. Il settore che maggiormente denota i cambiamenti che i cinesi stanno attuando è senza dubbio il Food. Il lusso è l’altro settore il cui percepito impatta fortemente sui posizionamenti dei brand.


Serena Poerio