MEDIA

Giglio Group sbarca in Australia e si quota all’AIM


26.03.2015

Si è tenuta ieri presso la sede di Borsa Italiana, nel corso della Star Conference, la presentazione di Giglio Group, network televisivo e multimediale globale, con sede a Roma, nato nel 2003 e formato dalle tre società Giglio Group, Nautical Channel e Giglio Tv. Il Gruppo Giglio, da novembre all’interno del programma Elite di Borsa Italiana, ha iniziato a valutare il proprio percorso verso la quotazione sul mercato alternativo dei capitali AIM, prevista entro i prossimi 12 mesi.

Il fondatore e amministratore delegato, Alessandro Giglio (nella foto), insieme al cfo Myriam Mafai, hanno presentato alla comunità finanziaria la società, illustrando per la prima volta al mercato il business, i punti di forza, le strategie di crescita e i dati economici del 2014, approvati dal Consiglio di amministrazione il 23 marzo.

Il gruppo ha chiuso l’esercizio con un fatturato di 11,5 milioni di euro, un Ebitda di 3,3 milioni (29% dei ricavi) e un utile netto pari a 822,1 mila euro. L’obiettivo è quello continuare l’espansione del Gruppo a livello mondiale, già a partire da quest’anno, raggiungendo Paesi del Sudamerica, Centro America, Sud Est Asiatico. Come previsto dal business plan, intanto, dall’1 aprile Giglio Group sbarcherà per la prima volta in Australia, dove inizierà a trasmettere il canale Nautical Channel in HD, grazie a un accordo siglato nei giorni scorsi con il network televisivo Veetel.

Giglio esporta canali televisivi dedicati a lusso, nautica e Made in Italy in 45 Paesi del mondo, mentre in Italia, trasmette su 2 canali del digitale terrestre Playme (68) e Acqua (65), mentre in Cina, attraverso Giglio Tv, è il primo e unico gruppo televisivo italiano a essere presente su tutte le principali piattaforme televisive e web con i suoi contenuti interamente dedicati al lifestyle italiano, con trasmissioni in onda settimanalmente sul canale di Stato cinese CCTV.

“Abbiamo creduto fortemente nelle potenzialità dei nostri canali per i mercati esteri, cercando così di ampliare la nostra distribuzione in tutto il globo terrestre con l’obbiettivo di diventare il network italiano più diffuso nel mondo – ha dichiarato Giglio -. Dall’1 aprile, quando inizieremo a trasmettere anche in Australia, diventeremo il primo e unico network televisivo italiano presente in tutti e cinque i continenti”.

Per l’operazione di quotazione, Giglio Group si avvale di KT&Partners nel ruolo di advisor, mentre Integrae SIM svolge la funzione di nomad.