DIGITAL

Facebook diventa ‘l’edicola digitale’ per eccellenza


25.03.2015

Facebook è in trattativa con mezza dozzina di media company tra cui anche il New York Times, BuzzFeed e National Geographic, per pubblicare i loro contenuti dirattamente sulla piattaforma del social network senza rimandi e link a domini esterni. Un nuovo sistema che dovrebbe garantire ai giornali una parte degli introiti pubblicitari e permettere agli utenti di leggere le notizie direttamente dalle proprie bacheche social. Come riporta il New York Times, i contenuti online di quotidiani e periodici potranno essere pubblicati direttamente sulle bacheche degli utenti di Facebook, senza obbligare i lettori a cliccare sui link per accedere a una pagina internet esterna.

“Un gigantesco atto online slots di fede da parte delle testate giornalistiche – come sottolinea il New York Times – poiché sono abituate a trattenere il più possibile il lettore sulle loro pagine”.

In Europa il Guardian, che sarebbe in trattativa con il socila network fondato da Mark Zuckerberg (nella foto), sarebbe ancora dubbioso sull”accordo e avrebbe suggerito agli editori di negoziare i termini dell’accordo per mantenere il controllo di contenuti e pubblicità. Da una parte gli editori che cercano di fermare il declino delle proprie testate e dall”altra Facebook bramoso di contenuti per trattenere e aumentare gli utenti, ad oggi 1,4 miliardi di autenti nel mondo. Facebook, forte di una profilazione sempre più scientifica, avrebbe così modo di diventare l”edicola digitale e di gestire direttamente i rapporti con gli inserzionisti tagliando fuori gli editori.

Inoltre trasferire i contenuti sul social significherebbe perdere la possibilità di accedere a dati sugli utenti che consentono agli editori di monitorare gli interessi dei lettori e veicolare con maggiore precisione la pubblicità. Una scelta azzardata da cui non si torna indietro.