MEDIA

Radio 105: Benvenuti nella giungla supera la Zanzara


18.03.2015

 Il presidente di Finelco Alberto Hazan esprime a massima soddisfazione per i dati di ascolto dei singoli quarti d”ora relativi al secondo semestre 2014, rilasciati da Radio Monitor. I numeri, come si legge in una nota inviata ieri, “confermano non solo la leadership complessiva  del Gruppo Finelco, con la share più elevata fra tutti i gruppi radiofonici, grazie al contributo di Virgin e di Radio Monte Carlo, ma, soprattutto la leadership assoluta dei programmi di Radio 105 sui programmi della concorrenza”.

Il risultato più eclatante riguarda il netto sorpasso di “Benvenuti nella giungla”, il programma condotto da Gianluigi Paragone con Mara Maionchi e Ylenia, partito meno di un anno fa e in online slots onda dal lunedì al venerdì dalle 19.00 alle 21.00, nei confronti della “Zanzara” di Giuseppe Cruciani e David Parenzo in onda nella stessa fascia oraria su Radio24.

“I numeri parlano chiaro – continua il Gruppo – “Benvenuti nella giungla”, con 338.000 ascoltatori nel quarto d’ora medio, contro i 287.000 della “Zanzara”, si posiziona al terzo posto della classifica, distanziando di cinque posizioni e di 51.000 ascoltatori il programma di Cruciani e Parenzo”.

I due programmi radiofonici più ascoltati in assoluto sono di Radio 105. Il più ascoltato è “Tutto esaurito”, il morning show dell’emittente  condotto da Marco Galli che conta 1.077.000 ascoltatori nel quarto d’ora medio.

A soli 3.000 ascoltatori di distanza (1.074.000, quindi sostanzialmente alla pari) si posiziona Lo Zoo di 105 di Marco Mazzoli.

 Spiega Angelo Colciago De Robertis, direttore di Radio 105: “In uno scenario regolato da un sistema di rilevazione che si basa sulla dichiarazione della radio ascoltata il giorno prima, quindi direttamente subordinata alle strategie di marketing , il dato relativo ai quarti d’ora, quello che rispecchia più fedelmente l’ascolto reale, premia Radio 105. Ne siamo felici e ci piacerebbe che questo tipo di analisi fosse maggiormente valorizzato rispetto a quello di maggiore suggestione dell’ascolto del giorno medio (cioè almeno un quarto d”ora nel giorno medio)”.