CREATIVITY

Adci, rinnovata la fiducia a Guastini. Lampugnani vicepresidente


10.03.2015
Massimo Guastini

I giovani sempre più al centro dei progetti dell’associazione. A novembre torna IF! Italians Festival

di Andrea Crocioni

Nessuna sopresa dall’Assemblea annuale dei soci dell’Art Directors Club Italiano che si è tenuta a Milano sabato 7 marzo nella nuova sede di via Savona, la Design Library. Dall’appuntamento emerge un’immagine di coesione del club, dopo le fibrillazioni che avevano fatto seguito all’uscita dal Consiglio Direttivo di Davide Boscacci lo scorso gennaio. La scelta è chiara: si prosegue con Massimo Guastini (nella foto) alla guida del Club. Nessuna richiesta di dimissioni, o ipotesi di sfiducia, ma pieno sostegno.

“Avevo bisogno di capire il sentiment dei soci – racconta il presidente Adci a Today Pubblicità Italia -. Non avrei potuto mantenere il mio incarico sentendomi un intruso. Ora possiamo andare avanti, rinnovando il nostro impegno su questioni importanti come l’inquinamento cognitivo e su un tema che mi sta molto a cuore, il diritto d’autore in pubblicità, un terreno su cui è difficile muoversi a causa della disomogeneità delle sentenze che non aiuta a chiarire il quadro”.

L’Assemblea Annuale dei Soci, intanto, è stata l’occasione per ufficializzare l’ingresso in Consiglio di Mauro Manieri e la nomina di Nicola Lampugnani alla vicepresidenza del Club, carica precedentemente detenuta da Boscacci. “La mia nomina – commenta Lampugnani – è nel segno della continuità, anche perché al fianco di Davide ho lavorato all’organizzazione di IF!. Quello che è successo negli ultimi mesi è servito a ridare solidità al Consiglio perché ci ha riavvicinati e ci ha spinto a tornare a discutere di temi importanti per l’associazione. Come vicepresidente lavorerò per promuovere il dialogo e favorire la compattezza del Club, ma anche il confronto con le altre associazioni, in primis con Assocom”. E prosegue: “E visto che IF! non dura tutto l’anno, il mio impegno è di promuovere il suo spirito nel quotidiano, perché la cosa fondamentale è diffondere la cultura della comunicazione a 360° con un’attività continuativa”.

Fra gli annunci di sabato anche la scelta di Luca Scotto di Carlo come presidente degli Adci Awards 2015. Fra le delibere dell’Assemblea l’approvazione del Bilancio 2014 e delle nuove politiche di princing per l’ingresso nell’associazione che prevendono una quota agevolata di 50 euro per gli under 30. “E’ un modo per coinvolgere il più possibile i giovani e garantire un futuro al Club – spiega Guastini -. Peraltro è in atto una riflessione generale sulle quote associative che potrebbe andare nella direzione di un abbassamento per tutti. Oggi un neo socio paga 130 euro l’anno, per salire a 260 dopo due anni, ma si potrebbe pensare a un’unica tariffa”.

Sempre ai giovani sono destinate le iniziative promosse dal consigliere Matteo Maggiore: Adci head hunter, un progetto di ‘certificazione’ dei migliori talenti fra i ragazzi che operano nel settore, e Right Now, una pagina Facebook che vedrà le nuove generazioni di creativi impegnate a interpretare in modalità ‘instant’ i contenuti di attualità. Entrambe le operazioni saranno presentate nel corso della prossima edizione di IF!, al Teatro Parenti di Milano dal 5 al 7 novembre.