MEDIA

Gruppo Espresso, ricavi a -6,6% nel 2014. In flessione diffusioni e adv


26.02.2015
Monica Mondardini

Migliora il risultato netto consolidato. Gli abbonati digitali a +9% 


Il Cda di Gruppo Editoriale L’Espresso, presieduto da Carlo De Benedetti, ha approvato ieri i risultati consolidati al 31 dicembre 2014, presentati dall’ad Monica Mondardini (nella foto).
Lo scorso anno, in un contesto economico generale ancora recessivo, il settore editoriale ha continuato a registrare andamenti negativi che hanno interessato sia la raccolta pubblicitaria (-2,5% complessiva secondo dati Nielsen) sia le diffusioni di quotidiani (-11,4%, dati Ads) e periodici. Nonostante le evoluzioni negative del mercato, il gruppo ha chiuso il 2014 con un risultato positivo e in leggero miglioramento rispetto a quello dell’esercizio precedente, con un risultato netto consolidato a 8,5 milioni (3,7 milioni nel 2013).
I ricavi netti consolidati, pari a 643,5 milioni di euro, hanno registrato un calo del 6,6% rispetto al 2013 (689,1 milioni). I ricavi diffusionali, pari a 232,9 milioni, hanno mostrato una flessione del 6,1% rispetto all’esercizio precedente (248 milioni). La Repubblica, sulla base dei dati Ads, si conferma quale primo quotidiano d’informazione per copie vendute in edicola, abbonamenti e altri canali di legge, e, sulla base dei dati Audipress, quale primo giornale nell’edizione tradizionale per numero di lettori.
Prosegue inoltre lo sviluppo degli abbonamenti ai prodotti digitali Repubblica+ e Repubblica Mobile: gli abbonati medi sono cresciuti del 9% rispetto al 2013 e a fine 2014 ammontavano a circa 86mila. Il network dei quotidiani locali, che secondo le rilevazioni Audipress conta 3 milioni di lettori medi giornalieri, ha registrato un andamento delle diffusioni migliore di quello settoriale e un progressivo incremento degli abbonati digitali, per quanto meno significativi di quelli del quotidiano nazionale. Complessivamente, a fine 2014, il gruppo ha superato i 108mila abbonati alle edizioni digitali delle sue testate giornalistiche. I ricavi pubblicitari hanno registrato un calo del 7,6% (365,6 milioni rispetto ai 395,5 milioni nel 2013), con internet a +4,9%, la radio sostanzialmente in linea con l’esercizio precedente e la stampa al -10,0%.
Una nota del gruppo segnala l’ulteriore sviluppo della posizione nel settore internet: Repubblica.it, la cui Total Digital Audience media nel 2014, secondo la nuova rilevazione Audiweb, ammonta a 1,6 milioni di utenti unici giornalieri, si è confermata leader tra i siti d’informazione italiani e il distacco sul secondo sito è aumentato al 33%; significativo anche lo sviluppo dell’audience dei siti dei quotidiani locali (+14% sul solo pc), con una Total Digital Audience media di 406mila utenti unici giornalieri.
I costi registrano una riduzione del 6,5%, sostanzialmente equivalente a quella dei ricavi. Il margine operativo lordo consolidato è pari a 59,8 milioni (55,1 nel 2013). Il risultato operativo lordo consolidato è pari a 29,9 milioni, il risultato operativo ammonta a 44,3 milioni in crescita rispetto ai 37,8 milioni dell’esercizio precedente. L’indebitamento finanziario netto consolidato, pari a 34,2 milioni al 31 dicembre 2014, mostra un’ulteriore riduzione di 39,3 milioni rispetto ai 73,5 milioni di fine 2013.
Posteriormente alla chiusura dell’esercizio 2014, in data 30 gennaio 2015, il Gruppo Espresso e Discovery Italia hanno perfezionato il passaggio di proprietà di All Music, società editrice della televisione nazionale generalista Deejay Tv. Il gruppo ha comunicato che “le evidenze a oggi disponibili non indicano inversioni di tendenza rispetto al 2015, ma solo un’attenuazione della flessione”.