CREATIVITY

GazzettaTv si accende sul canale 59. Obiettivo 1% di share entro tre anni


24.02.2015

La raccolta curata da Prs. Già 30 gli inserizionisti che hanno scommesso sulla Rosea in tv. In partenza la campagna di lancio firmata Red Cell

Nella foto da sinistra: Claudio Arrigoni, Francesco Carione, Andrea Monti, Pierfrancesco Gherardi e Simona Ercolani
di Andrea Crocioni

Il 26 febbraio si accenderà  sul canale 59 del digitale terrestre GazzettaTv.

La Gazzetta dello Sport, dunque, sbarca in televisione con una redazione dedicata di dodici giornalisti, guidata da Claudio Arrigoni. Un progetto sviluppato in stretta collaborazione con il quotidiano, il sito Gazzetta.it e la squadra di inviati e firme del giornale: tra i conduttori figureranno nomi ben noti ai lettori della rosea, come Paolo Condò, Andrea Di Caro, Luigi Garlando, Carlo Laudisa, Nino Morici.

“Con il canale tv La Gazzetta dello Sport completa un sistema multimediale che è all’avanguardia nel mondo. Ogni giorno intercettiamo sulle nostre diverse piattaforme 5,5 milioni di persone, ora possiamo contare sul turbo del mezzo televisivo”, ha spiegato ieri il direttore Andrea Monti in occasione della conferenza di presentazione che si è tenuta negli studi di via Rizzoli a Milano.

GazzettaTv è edita da Digital Factory, società partecipata al 60% da Digicast, integralmente controllata da Rcs MediaGroup, e al 40% da DeA 59 del gruppo De Agostini, titolare dell’autorizzazione per la trasmissione sul canale. Presidente di Digital Factory è Pierfrancesco Gherardi, managing director Digital De Agostini, ad Francesco Carione, direttore della divisione Gazzetta di Rcs MediaGroup e dell’area video di Rcs.

Grazie alla partnership commerciale con Infront Sports & Media, GazzettaTv avrà accesso agli highlights delle principali competizioni sportive nazionali e internazionali. Infront supporterà inoltre il canale con la fornitura dei servizi tecnici, produttivi, di post-produzione e di emissione. Per la supervisione artistica GazzettaTv si è affidata casino online a Simona Ercolani e alla sua StandByMe, che firma anche la produzione esecutiva di una serie di format, come Bomber, l’annata migliore di un grande calciatore del presente o del passato, e Condò Confidential, esclusive interviste a grandi personaggi non solo su temi di sport. Ma l’asse portante del canale restano le news che scandiranno la giornata dalle 7 del mattino a mezzanotte, quando verrà presentata in anteprima la prima pagina del quotidiano.

Tanto spazio ai talk e all’approfondimento, meno agli eventi live, anche se il canale seguirà le dirette della Serie A di basket e la pallavolo femminile. Oltre a 18 edizioni quotidiane del tg news e a 10 notiziari brevi di 90 secondi, GazzettaTv offrirà analisi e approfondimenti tecnici,  interviste, documentari, format di intrattenimento. I commenti in diretta del campionato di Serie A saranno i protagonisti del talk della domenica Gazzetta Live.

Il weekend calcistico continuerà nel lunedì con il talk Senza appello. A Andrea Di Caro sarà affidato il compito di raccontare insoliti aspetti di quotidianità nella vita degli sportivi nell’appuntamento settimanale Fuori Campo. I campioni a modo mio. Sul fronte dell’intrattenimento a base di sport si posizionano: Campioni a confronto, Sport Science, The Speedgang – La Banda dei Motori che avrà come protagonista il campione di F1 David Coulthard. Eric Cantona in Pazzi per i Derby racconterà storie e leggende celate dietro i derby dei club di calcio più importanti del mondo.

“Nel 2014 abbiamo fatto tantissime cose – ha dichiarato Francesco Carione -, questo ci ha portato a chiudere l’anno con un segno più, in controtendenza rispetto al mercato. GazzettaTv va a completare questo processo di rinnovamento dell’offerta. L’obiettivo di share del canale è dello 0,7% giornaliero per fine anno, per arrivare all’1% entro il terzo anno. Ed entro il primo anno contiamo già di arrivare al break-even”.

La raccolta del canale è gestita da PRS, scelta per l’esperienza maturata proprio nei lanci di nuovi canali tv. Sugli obiettivi di raccolta l’ad della concessionaria, Federico Silvestri, ha preferito non sbilanciarsi: “L’obiettivo? Il massimo fatturabile. E’ un progetto complesso. I risultati andranno di pari passo con la crescita dell’audience. Il canale è già in Auditel, nella fase sperimentale, con dato coperto. Per ora gli inserizionisti hanno risposto molto bene”.

Sono già 30, infatti, le aziende che hanno deciso di investire su GazzettaTv. Fastweb, L”Oréal e Cogetech hanno scelto di essere presenti con progetti speciali in grado di sfruttare le potenzialità di tutto il sistema Gazzetta. Dopo una fase teaser, il 26 febbraio prenderà il via una campagna di lancio del canale, firmata dall’agenzia Red Cell (incaricata dopo una gara), che sarà focalizzata principalmente sui mezzi del gruppo Rcs.  Oltre alla stampa, è prevista radio, outdoor e pianificazione tv e online. Il budget per la comunicazione è  di 1,5 milioni di euro.