MEDIA

Rai Pubblicità sostiene la radio all’Egta World Radio Day


13.02.2015

nella foto Fabrizio Piscopo, ad di Rai Pubblicità


Oggi Rai Pubblicità aderisce al World Radio Day, patrocinato dall’Unesco, per festeggiare il mezzo radiofonico che rappresenta un punto cardine nella vita di miliardi di persone in tutto il mondo: un’occasione per celebrare la radio e, insieme a essa, un progetto italiano di livello internazionale.

Rai Pubblicità, membro dell’Egta (associazione delle concessionarie di pubblicità tv e Radio europee), ha infatti realizzato e condiviso (www.egtaradioday.com) un progetto di comunicazione crossmediale per 20th Century Fox.

Rai Pubblicità, con il suo contributo legato al progetto ad hoc per 20th Century Fox, porta al centro dell’attenzione il ‘contenuto’ e ha lavorato tramite storytelling su 4 film, 4 concetti diversi e 4 media: tv, radio, cinema e web. ‘Exodus’, in particolare, ruota attorno a un doppio fil rouge: da un lato il grande evento filmico che ha spinto a costruire il percorso Tv sui grandi eventi Rai (ad esempio all’interno de I dieci Comandamenti di Roberto Benigni), dall’altro a un concetto di sound, legato alla colonna sonora, che si sposa benissimo con il contesto radiofonico. Con il cinema Rai Pubblicità ha lavorato sull’attesa, chiudendo il cerchio con il web che ha la capacità di portare i contenuti multimediali a disposizione di tutti i fruitori.

Il cliente, volendo, può beneficiare anche della qualità dello stretto legame con il testimonial che trasmette riconoscibilità, autorevolezza e tutti i valori per cui l’ascoltatore sceglie il programma e nel mezzo radiofonico i legami tra i conduttori e l’ascoltatore sono molto forti.

Gli ascoltatori di Radio1, Radio2 e Radio3 sono molto fedeli e mediamente l’80% la segue tutti i giorni in casa o fuori casa (contro una  media del 66% sul totale radio); questo è il risultato del forte legame che i conduttori di RadioRai creano con il loro pubblico.