DIGITAL

Hotwire: il 2015 è l’anno della ‘scelta’


12.02.2015

Vestiti che schermano i segnali dei cellulari, medici che utilizzano i dati forniti dai dispositivi indossabili e la possibilità di scegliere le modalità di fruizione dei contenuti saranno tra i principali trend di quest’anno, stando al sesto report di Hotwire intitolato ‘Best Technology PR Agency Worldwide’ secondo The Holmes Report, sui trend digitali dell’anno appena iniziato.

Con questa indagine, l’agenzia evidenzia come la ‘possibilità di scelta’ sia il catalizzatore che informa la maggior parte dei trend digitali del momento, ritenendo che il 2015 sarà l’anno del CYOC: Choose Your Own Content.

Oggi i consumatori utilizzano una miriade di dispositivi per accedere a contenuti e conversazioni online, ciascuno dei quali si presta meglio alla fruizione di determinate tipologie di contenuto: file audio, immagini o testi più o meno elaborati. Se vogliono assicurarsi che nel 2015 il consumatore partecipi attivamente alla storia del proprio brand, le aziende oggi devono offrire lo stesso messaggio in formati e canali diversi, in modo da incoraggiare il coinvolgimento del proprio pubblico assecondandone le modalità di consumo privilegiate.

“Abbiamo osservato il modo in cui i brand stanno sviluppando le proprie strategie digitali e abbiamo utilizzato il nostro strumento proprietario ‘Listening Post’ per analizzare le conversazioni social in quest’ambito. Ciò che emerge in modo molto chiaro dall’indagine è che quest’anno la possibilità, per i consumatori, di scegliere uno stile personalizzato di fruizione dei contenuti sarà destinata ad avere un enorme impatto nel settore della comunicazione”, afferma Beatrice Agostinacchio, country manager di Hotwire in Italia.Il report di quest’anno sarà l’ultimo sui cosiddetti ‘Digital Trend’, dal momento che l’agenzia ritiene che il digitale non sia solo integrato nel mix della comunicazione, ma sia anche radicato nelle vita di tutti i giorni. Stando così le cose, il digitale non può più essere trattato come una parte separata nelle campagne di comunicazione.

“Fare riferimento al digitale come a un’area separata nel contesto dell’industria della comunicazione ci sembra datato – spiega Agostinacchio -. Che ci piaccia o no, il digitale è ormai una parte della vita di ogni professionista del marketing e della comunicazione. In Hotwire abbiamo fatto talmente convergere le nostre attività online e offline che ognuno dei nostri team lavora sulla base di programmi di comunicazione che passano fluidamente dal digitale al mondo reale. Ci sembra quindi il momento perfetto per porre fine, con quest’ultima edizione, ai Digital Trend Report così come li conosciamo e, con il prossimo anno, guardare al futuro attraverso una lente completamente integrata”.

 

Per scaricare il report completo: www.digitaltrendsreport.com/it