CREATIVITY

Cooee e la sfida del ‘togliere, togliere, togliere’


12.02.2015

Togliere il superfluo per lavorare solo sulla sostanza creativa.

Questo il mantra che Cooee propone a tutti: clienti, collaboratori, partner, operatori della comunicazione e uomini della strada. Togliere, togliere, togliere.

Un concept semplice e memorabile, sostanziato attraverso un design distintivo e supportato da un investimento rilevante. L’impresa di comunicazione, associata Assocom, fondata da Mauro Miglioranzi sta realizzando dal 2012 un’operazione di self-promotion che un po’ alla volta si è trasformata in una vera e propria operazione di positioning, veramente insolita per il mondo della comunicazione.

Ai concittadini veronesi, che ormai hanno fatto l’occhio ai grandi cartelli stradali rossi del mantra Cooee, oggi può capitare di prendere un taxi con la stessa pubblicità.

Mentre per i tifosi della Tezenis Scaligera basket si prepara un evento ‘togliere, togliere, togliere’ a sorpresa che trasformerà una delle ultime partire del campionato in una kermesse memorabile, l’evento nell’evento.

Ma è soprattutto sulle testate della comunicazione off e on-line che il concept di Cooee sta esprimendo il massimo del suo potenziale. Il piano editoriale è distribuito su tutti i 12 mesi del 2015 e comprende pagine pubblicitarie, redazionali, estensioni multimediali, banner, comunicati stampa. Tutto coordinato da Chiara Invidia (nella foto), responsabile ufficio stampa e pr di Cooee con la supervisione di Alberto Butturini, direttore operativo dell’agenzia.