CREATIVITY

Expo, al via il primo spot firmato da Havas Worldwide da 3 milioni di euro


31.10.2014

Antonio Albanese, voce narrante della camnpagna on air dal 2 novembre. Pianifica Starcom

Da domenica, 2 novembre, prenderà il via sulle tv nazionali, locali, digitali e satellitari lo spot della campagna dal claim ‘Il cibo è vita’ dedicata a Expo 2015 firmata da Havas Worldwide Milan, che ha vinto la gara per la comunicazione integrata di Expo Milano 2015 (vedi notizia http://www.pubblicitaitalia.it/2014050525733/pitch/havas-worldwide-milan-vince-la-gara-di-expo-2015). Il primo flight, per cui sono stati investiti 3 milioni di euro, è stato presentato ieri presso l’Expo Gate da Giuseppe Sala, Comissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015. Da un lato un bambino allattato dalla madre; dall’altro il profilo della Terra vista dallo spazio. È questa l’immagine-simbolo della campagna di comunicazione Expo Milano 2015 racconta al grande pubblico valori, sfide e opportunità legate al tema dell’Esposizione Universale.

“Abbiamo scelto di giocare l’intera campagna su contrasti e affinità. Coppie di immagini e parole, ora in contraddizione ora complementari – ha affermato Sala -, spiegheranno la ricchezza del tema ‘Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita’. Questi spot ci permettono, in pochi secondi, di anticipare il dibattito sul diritto all’alimentazione e sulla sostenibilità al centro dell’evento che stiamo organizzando, senza dimenticare la gioia del cucinare o del consumare il pasto insieme. L’Expo non è e non vuole essere una fiera – ha sottolineato Sala -. Le aziende sono le benvenute nel momento in cui partecipano alla rappresentazione del tema dell’alimentazione. Nonostante le difficoltà incontrate fino a oggi nel percorso organizzativo, abbiamo constatato che le persone nel mondo vogliono venire in Italia (7 milioni i biglietti già venduti oltreconfine, di cui 1 milione in Cina), quindi è venuto il momento opportuno per trasmettere loro le opportunità che Expo offrirà. La gente che aderirà al grande evento dovrà uscirne arricchita da idee, senzazioni e conoscenza sul tema dell’alimentazione. Expo avrà più anime, una ricerca nella profondità della questione più cara a tutti noi, il cibo”. Perché il ‘Cibo è Vita’, come recita Antonio Albanese, voce narrante degli spot tv da 30” e 60”, mentre per la diffusione radiofonica bisognerà  aspettare sino al 16 novembre.

Alla programmazione radio-tv si affiancherà un’importante pianificazione sul web e sui social media. Completa il progetto la distribuzione di cartoline promozionali, da collezionare e condividere, che regalano alcune anticipazioni in pillole di ciò che i visitatori potranno vedere, gustare e sperimentare all’interno del sito espositivo dal 1° maggio al 31 ottobre 2015.  Un secondo flight da budget da 13 milioni di euro è previsto da gennaio a giugno 2015, periodo in cui la comunicazione sarà più incalzante. “Il budget complessivo per la comunicazione è di 55 milioni di euro – ha dichiarato a margine della conferenza Rossella Citterio, Communication Director di Expo -, 20 milioni nel 2014 e 35 milioni nel 2015, di cui 30 milioni destinati al mercato Italia e 5 milioni per l’estero, Usa, Cina, Giappone, Brasile, Russia sono i Paesi da cui i ci si aspetta il maggior interesse”.

L’investimento totale di 55 milioni di euro comprende campagne adv (compresa creatività e produzione con copertura tv/radio/web); campagne btl; eventi sul territorio, progetti di comunicazione (We-Women for Expo, Childrenshare, Laboratorio Expo, ShortFoodMovie); manifestazioni di interesse per sponsorizzazioni di eventi degli editori e gara per editori di quotidiani per iniziative editoriali speciali dedicate a Expo. Per il 2015, nell’investimento di 35 milioni di euro sono incluse la gara vinta da Havas, fino a ottobre 2015, per creatività e produzione; la gara vinta da Filmmaster, fino ad aprile 2015, per eventi; e la gara Arca/Regione Lombardia cui Expo 2015 aderisce per pianificazione media, vinta da Starcom in carica fino al 31 dicembre. Ad oggi Expo ha raccolto dagli sponsor 350 milioni di euro. Gli official global partners sono Intesa San Paolo, Telecom Italia, Samsung; gli official premium partners sono Coop e Manpower Group. Alitalia-Etihad ha dedicato 2 aerei con livrea Expo, mentre Ferrovie dello Stato brandizzerà le ‘Frecce’ con la grafica di Expo. A questi nomi si aggiungono Coca Cola, Ferrero, Birra Moretti, Illy, San Pellegrino e Fiat che a breve si presenteranno come progetti ad hoc per l’Expo. A questi si aggiunge Citterio che si è aggiudicata aggiudica lo spazio ‘Azienda Salumi’ al Padiglione Italia di Expo 2015 con il progetto elaborato in collaborazione con FullBrand (Gruppo Armando Testa). Citterio diventa così Main Partner del Padiglione Italia assumendo il ruolo di ambasciatore della Salumeria Italiana nel mondo.

Fiorella Cipolletta