CREATIVITY

Betfair fa gli scongiuri nella nuova campagna firmata Brand Portal


22.10.2014

‘O ti affidi agli scongiuri, o incassi con Cash Out’. Questo uno dei messaggi della campagna stampa dedicata all’esclusivo prodotto di Betfair, partita ieri su Gazzetta dello Sport.  Ideata da Brand Portal, la campagna prevede a rotazione quattro soggetti: un cornetto portafortuna, un telecomando, una schedina di scommesse accartocciata e una pantofola. Tutti invitano l’utente a non rimanere in balia della sorte o passivo nella scommessa, ma ad interagire. Con Cash Out ‘decidi tu’ il momento migliore per incassare la tua vincita, come recita il claim del prodotto.

Il Cash Out è un’innovazione offerta in esclusiva da Betfair e disponibile sulla sua piattaforma Exchange, che permette di incassarelive la propria scommessa durante la partita, prima della fine. Differentemente dalle scommesse tradizionali dove bisogna attendere la fine dell’evento sportivo per conoscere l’esito della propria giocata (magari con il sostegno di qualche rituale scaramantico), con il Cash Out lo scommettitore può per la prima volta intervenire attivamente durante l’evento decidendo se e quando riscuotere la propria vincita. Per anticipare la campagna, Betfair ha inoltre organizzato un’attività territoriale su Milano, invadendo la città lo scorso weekend con cornetti portafortuna giganti.

L’iniziativa che ha visto i cornetti posti anche davanti alla sede dell’Inter in Via Durini, si è poi conclusa domenica 19 con un presidio nel piazzale dello stadio di San Siro in occasione della partita Inter – Napoli. I tifosi interisti e napoletani, entrando a San Siro, si sono imbattuti nei cornetti giganti ‘gettati’ in bidoni della spazzatura che riportavano il messaggio ‘#Jettalo, non ti servirà’. L’iniziativa #jettalo, realizzata da Connexia, ha divertito e interessato diversi media, dai più istituzionali ai canali social, dove è subito partito il tam tam grazie alla curiosità di molti appassionati presenti allo stadio, stupiti dalla presenza dei cornetti giganti e alla ricerca di un’interpretazione di quello che stavano osservando coi propri occhi. La pianificazione media è stata affidata ad Havas Arena.