WORLD

Bolloré prepara la scalta su Havas


20.10.2014

Obiettivo rafforzare la presenza nell’azioniariato del gruppo di comunicazione

Vincent Bolloré  (nella foto) punta a crescere il suo ruolo in Havas. Dello scorso venerdì la comunicazione del progetto di offerta pubblica di scambio di Bolloré SA e delle sue controllate Compagnie du Cambodge e Société Industrielle et Financière de  l’Artois che prevede 9 azioni Bolloré per 5 azioni Havas. Non ci sarebbe l’intenzione di effettuare un ritiro obbligatorio delle azioni del gruppo di comunicazione al termine dell’offerta, le cui modalità saranno sottoposte alle autorità finanziarie competenti.

Il gruppo quindi resterebbe quotato. Il consiglio di amministrazione di Havas, che si è riunito venerdì, ha preso conoscenza dell’offerta, procedendo a un primo esame dei principali termini di questo progetto di Opa, che è comunque considerata non ostile. Per valutare i dettagli del piano il cda di Havas ha deciso di nominare Sorgem Evaluation in qualità di advisor. Ha dichiarato in una nota Yannick Bolloré , presidente e direttore generale del Gruppo di comunicazione: “Il Gruppo Bolloré è azionista storico di Havas da più di dieci anni. Esso detiene oggi il 36,2% del capitale. Questa offerta si colloca nella continuità delle relazioni che esistono fra i due gruppi ed è espressione della volontà del Gruppo Bolloré di rafforzare la sua presenza nel capitale di Havas e di proseguire il suo impegno a lungo termine”.