CREATIVITY

Melismelis festeggia il nuovo successo di U2 Supermercato su stampa e in-store


01.10.2014

L’insegna eletta per il quarto anno consecutivo la più conveniente d’Italia

 

 

‘Siamo sinceri, quest’anno speravamo di non vincere’. È questo il claim della campagna istituzionale realizzata da Melismelis per U2 Supermercato, eletto per il quarto anno consecutivo il più conveniente d’Italia da un’autorevole organizzazione di consumatori, in seguito a una ricerca presso 909 supermercati, ipermercati e discount in Italia.

U2 Supermercato è l’insegna che ha saputo rivoluzionare il panorama della GDO italiana con la sua politica every day low price: nessuna promozione, nessuna tessera fedeltà, nessun volantino ma la sicurezza per il cliente di avere sempre la massima qualità a prezzi competitivi. Ed è proprio questa capacità di innovare e di credere nelle proprie idee a essere premiata da 4 anni. Ma almeno quest’anno, U2 Supermercato sperava di essere battuta perché, come recita la campagna, avrebbe significato che altri hanno provato a seguire la sua idea di supermercato.

“Siamo sinceri, in Melismelis invece siamo sempre contenti che un’azienda per la quale lavoriamo ottenga un primato o un risultato di eccellenza – commenta Massimo Melis, managing director dell’agenzia -. Lavoriamo con U2 Supermercato da sette anni e, per fortuna, le occasioni per festeggiare ci sono sempre. Speriamo anche un po’ per merito nostro”. La campagna è stata pianificata nei giorni scorsi sulle pagine dei principali quotidiani nazionali tra cui la Repubblica, Corriere della Sera e Il Sole 24 Ore. E per celebrare il successo anche nei punti vendita, è stata ideata e realizzata, sempre a firma Melismelis, una importante attività di comunicazione in-store con diversi materiali (totem, separatori di casa, shopper e locandine). La campagna si è avvalsa anche della collaborazione di Brand Habitat.

Per l’agenzia ha lavorato il team composto da Alessandro Secchi e Stefano Picarazzi, direttori creativi e rispettivamente copywriter e art director, e da Jessica Obino, art.