CREATIVITY

If! Italians Festival lancia la Seven Day Brief Competition


26.09.2014

Sette giorni di tempo per creare un video per promuovere una ONG, caricarlo sul canale www.youtube.com/italiansfestival e partecipare alla Seven Day Brief Competition, realizzando ‘la prima campagna video che nessuno avrà mai il coraggio di skippare’. È questa l’opportunità offerta dal contest promosso da Adci in occasione di IF! Italians Festival, il primo evento dedicato ai professionisti della pubblicità in Italia. Seven Day Brief Competition è un concorso dedicato a giovani creativi tra i 18 e i 28 anni, che si propone di stimolare e valorizzare la creatività dei giovani e premiare la migliore campagna pubblicitaria realizzata per YouTube.

In palio per il vincitore l’opportunità di volare nella Silicon Valley, visitare la sede Google, main partner IF! Italians Festival, e incontrare alcuni rappresentanti del team creativo che collabora con agenzie creativi e brand per utilizzare al meglio le piattaforme digitali. I partecipanti, avranno una settimana di tempo, dalle 12.00 del 27 settembre alle 12.00 del 2 ottobre 2014, per registrarsi al concorso e caricare il proprio video sul canale di IF! Italians festival. Ciascun video, della durata da 30 secondi a 1 minuto, dovrà essere realizzato in italiano o in inglese con sottotitoli in italiano. Il brief, con tutti i dettagli tecnici, per realizzare il video è disponibile da ieri sul canale di IF! Italians festival. Una giuria di esperti si riunirà tra i 2 e il 4 ottobre per giudicare i video pervenuti, selezionando i quattro finalisti che si saranno distinti per eccellenza creativa, capacità di rispondere al brief e di catturare l’attenzione nei primi cinque secondi di spot, quelli che nei formati pubblicitari TrueView di Google vengono visualizzati prima che gli spettatori abbiano la possibilità di saltare l’annuncio.

“Siamo molto felici di avere il Seven Day Brief durante il festival, soprattutto per sfatare il mito per cui tutti sono sempre alla spasmodica ricerca di visualizzazioni a scapito del vero interesse per un content video – ha dichiarato Nicola Lampugnani (direttore creativo esecutivo TBWA/Italia e consigliere Adci) per IF! – Milioni di visualizzazioni sono sicuramente un indicatore, ma non sono la cosa più importante. Nella creazione di contenuti sui canali digitali la cosa che più conta è il reale gradimento della storia e quindi la permanenza dello spettatore sul contenuto. Un motivo in più per far cimentare le nuove generazioni di creativi su quello che in molti ancora considerano il futuro, ma è il presente”.Seven Day Brief Competition – ha aggiunto Alessandro Antiga, direttore marketing di Google in Italia – nasce con l’obiettivo di ispirare i giovani creativi nell’utilizzo di nuove forme di advertising sempre più coinvolgenti, in grado di coniugare creatività e strumenti digitali. Proprio per questo i video in gara dovranno avere grande potenza espressiva per convincere l’utente nei primi cinque secondi di visione a non saltare il contenuto”.