DIGITAL

InMediaTo lancia il centro media online mediandyou: risposte a portata di web


26.09.2014

Un servizio on demand per pmi e piccole agenzie creative. Il centro media guidato da Sandra Grifoni, Paolo Trioni e Graziana Fracchia chiude il 2013 a 40 milioni di amministrato, nel 2014 new business 2014 con Sistemi, Millefiori e Raspini e ‘corteggia’ Serviceplan

 

Tutto quello che avreste voluto sapere su un centro media e non avete mai osato chiedere. E’ questo lo spirito che ha animato il lancio di mediandyou, definto il ‘primo centro media online nel mondo’, nato da un’idea di InMediaTo. Il servizio on demand a basso costo (circa decine di euro per ogni risposta) sarà attivo dall’1 ottobre e pone le basi sulla consolidata esperienza dei soci del centro media torinese Sandra Grifoni (nella foto), Paolo Trioni e Graziana Fracchia.

“Siamo partiti da una valutazione su internet come mezzo dove avviene l’estensione degli altri mezzi – tv, radio e stampa – che online amplificano la loro visibilità: questo ci ha dato l’idea di creare un centro media online, così come esistono l’avvocato, il commercialista e altre professioni sul web – ha introdotto Grifoni -. Mediandyou si rivolge a piccoli clienti con budget ridotto, alle piccole agenzie creative, ai grandi clienti che a volte ci chiedono consulenza quando non sono convinti della proposta del loro centro media, a imprese che ricevono proposte direttamente dalle concessionarie e non sono in grado di valutarle e a coloro che vogliono promuoversi azzerando il rischio di errori e scelte sbagliate dovute a inesperienza. Ci sono molte agenzie che non si possono permettere un centro media interno né tantomeno di pagarne uno esterno ed esistono molte realtà che non hanno bisogno di planning complicati, ma solo di facili informazioni – ha proseguito la manager-. Mediandyou si rivolge a piccoli clienti con budget ridotto, alle piccole agenzie creative, ai grandi clienti che a volte ci chiedono consulenza quando non sono convinti della proposta del loro centro media, a imprese che ricevono proposte direttamente dalle concessionarie e non sono in grado di valutarle e a coloro che vogliono promuoversi azzerando il rischio di errori e scelte sbagliate”.

Al team del centro media indipendente InMediaTo composto da Grifoni, Trioni e Fracchia si aggiunge Riccardo Marinelli, che attualmente lavora in Mediaplus Deutschland sul coordinamento dei clienti tra Germania e Italia, in particolare sulle pianificazioni online con strumenti innovativi e di proprietà. La società che fa parte di Serviceplan non è ancora approdata in Italia, ma la sua apertura è prevista entro il primo semestre 2015.

“Curiamo già il media di alcuni clienti di Serviceplan (Kimbo, ndr) e Marinelli ci dà una mano per questa iniziativa. Sono attualmente in corso dei contatti per proseguire la partnership, una volta che Mediaplus arriverà in Italia”, ha confermato la manager.

Per il lancio di mediandyou è stata realizzata una ricerca regione per regione sulle realtà imprenditoriali che hanno ridotte disponibilità di investimento in comunicazione, fino a un massimo di 100mila euro. Il servizio funziona con passaggi molto trasparenti: dopo la registrazione online, si riceve una mail con la password, si effettua il login, si invia la richiesta, si riceve una risposta via mail con l’importo da pagare per avere le informazioni, i tempi e la descrizione del contributo. Solo allora l’interessato può cliccare nel link ‘Acquista la risposta’ ed effettuare il pagamento.

“L’obiettivo è quello di acquisire budget dalle informazioni che potremo fornire. Nel mondo dell’advertising il ‘fai da te’ sta diventando una logica dilagante e il buying è quasi sfuggito ai centri media – ha dichiarato Grifoni -. Non esiste un business plan dietro a mediandyou, vogliamo vedere come va. Non abbiamo pensato a una pianificazione media per promuoverlo, crediamo nel passa parola e stiamo studiando formule di collaborazioni per esempio con associazioni di categoria”.

Nata nel 2009, InMediaTo, che conta su clienti del made in Italy tra cui Cairo Editore, De Cecco, IW Bank, Kimbo, Miroglio, Pastificio Rana, Reale Mutua, Saclà, UBI Banca e Zanichelli, ha chiuso lo scorso anno con un amministrato di 40 milioni di euro. “Non sappiamo se nel 2014 saremo in linea o sotto, perché le pianificazioni dei clienti sono diventate last minute – ha precisato Grifoni -. Nuove acquisizioni recenti sono state la società di software Sistemi, i profumatori per ambiente Millefiori e i salumi piemontesi Raspini”.

 

Valeria Zonca