CREATIVITY

Expo Turismo Gay: il cammino tracciato per l’Expo 2015


24.09.2014

Il 26 e 27 settembre a NoFrills, Fiera di Bergamo

 

Giunge al quarto anno Expo Turismo Gay, manifestazione b2b, patrocinata dal Ministero del Turismo italiano, dall’Aitgl (Associazione Italiana Turismo Gay & Lesbian) e dall’IGLTA (International Gay and Lesbian Travel Association) di scena il 26 e 27 settembre presso NoFrills, Fiera di Bergamo. Sono 2,7 i miliardi di euro che ogni anno vengono spesi nel nostro Paese dai turisti LGBT, come dicono le ricerche di Gfk Eurisko sostenute da Expo Turismo Gay e già ci si proietta verso Expo 2015, come spiega l’ad  di Expo Turismo Gay Alessio Virgili. L’appuntamento con il convegno principale di quest’anno,  spiega l’ad, oltre le tematiche toccate nelle scorse edizioni, si concentra su “come essere capaci di rendere più interessante, dal punto di vista qualitativo, una domanda che segna una capacità di spesa che supera del 38% quella media, ed è, per alcuni versi, più sensibile”. Il potenziale in occasione di Expo 2015 viene così sintetizzato: “Arriveranno 21 milioni di persone (di cui il 30% stranieri), ed essendo il 10% della popolazione mondiale gay (come attesta l’OMS) con ogni probabilità circa 2 milioni saranno turisti LGBT”. All’evento parteciperanno Alessandro Cecchi Paone e Olga Mazzoni, presidente di Visit Usa Association Italy. Josep Ejarque, il direttore di Explora, destination Manager Organization di Expo 2015, coglie questa occasione per presentare il Club Gay Friendly Accomodation: “Strumento innovativo e fortemente competitivo volto alla evidenziazione di operatori con caratteristiche gay friendly e all’incremento della loro visibilità sul mercato”.