MEDIA

Class Editori: Cremonini acquisisce il 5% di Class China e-Commerce


23.09.2014

Il Gruppo Cremonini, uno dei principali operatori europei nella produzione e distribuzione di prodotti alimentari a livello internazionale, ha concluso l’accordo con Class Editori per entrare nel capitale di CCeC (Class China e-Commerce), diventandone partner strategico e operativo. La società è il fornitore principale della piattaforma cinese CCIGMall per il settore Food&Beverage e agente principale per il settore moda, accessori, design e prodotti di lusso. CCIGMall è la più grande piattaforma B2B della Cina ed è posseduta da Century Fortunet del Gruppo Century International.

L’iniziativa è sostenuta da Bank of China, China Telecom, China Union Pay, CCPIT, l’ente governativo di sviluppo del commercio internazionale. Madam Guo Hong, Chairperson del Gruppo Century International, e Paolo Panerai, Editor-in Chief e Ceo di Class Editori avevano firmato un contratto di cooperazione generale (Class Editori è direttamente anche agente esclusivo per la vendita della pubblicità e per la produzione dei contenuti) l’11 giugno a Pechino davanti ai due primi ministri, Matteo Renzi e Li Keqiang, che hanno assistito alla stipula dei 10 più importanti contratti fra aziende italiane e cinesi. Cremonini acquisisce il 5% di CCeC, controllata da Class Editori, e contribuirà alla gestione della partnership a livello operativo attraverso la controllata Inalca Food &Beverage (IF&B Srl). I target di CCIGMall sono adeguati alle dimensioni del mercato cinese: a regime 3 milioni di negozi collegati, fino a 100 miliardi di dollari di fatturato, di cui il 60% nel food & beverage.

“Siamo felici di partecipare insieme a Class Editori, a questa straordinaria opportunità per l’affermazione dei prodotti italiani sul più grande mercato del mondo – ha dichiarato Vincenzo Cremonini, amministratore delegato della holding Cremonini Spa -. Il modello di business di Inalca, che abbiamo sviluppato all’estero, consente di valorizzare non soltanto i nostri prodotti, ma anche quelli di migliaia di piccole e medie aziende italiane la cui dimensione, inadeguata, impedisce qualsiasi distribuzione autonoma al di fuori dell’Italia, aggregando e distribuendo sul mercato mondiale il meglio del food&beverage italiano”. “La professionalità, l’esperienza, la vastità di contratti per migliaia di prodotti selezionati da Cremonini aggiunge un valore molto alto al nostro contratto di cooperazione per questa straordinaria iniziativa di un grande gruppo cinese come Century International con il supporto delle maggiori istituzioni del paese – ha aggiunto Paolo Panerai -. Con Cremonini riusciremo sicuramente a far conquistare ai prodotti italiani, i primi a entrare nella piattaforma, importanti quote di mercato, che consentiranno di riequilibrare, sviluppandolo, l’interscambio Italia-Cina, aiutando il sistema Italia a ripartire”.