MEDIA

JCDecaux entra in Mongolia, contratto di 30 anni con la capitale Ulan-Bator


22.09.2014

Creata una joint-venture detenuta al 51% da JCDecaux e al 49% da TDB per l’arredo urbano pubblicitario

 

JCDecaux si è aggiudicata un contratto di 30 anni con la città di Ulan-Bator, capitale della Mongolia, per l’installazione, la manutenzione e la riparazione di oltre  200 pensiline pubblicitarie, 150 MUPI e altri elementi di arredo urbano.

Paese dal forte potenziale di sviluppo, la Mongolia ha tratto vantaggio da un tasso di crescita di +11,7 % nel 2013 e il suo Pil, principalmente trainato dal settore agricoltura, dall’industria e dalle miniere, ha registrato  11,5 miliardi di dollari nel 2013.

L’operazione è stata resa possibile con la firma di una joint-venture detenuta al 51% da JCDecaux e al 49% da Trade Development Bank Media, società al 100 % di TDB (Trade Development Bank), la più storica e importante banca della Mongolia, con 45 succursali sparse in tutto il paese.

“La nostra esperienza nell’apporto di soluzioni di comunicazione innovative alle città più dinamiche al mondo e agli inserzionisti locali, regionali e internazionali, assicurerà il successo di questo contratto”, ha commentato Jean-Charles Decaux, presidente del Direttorio e co direttore generale di JCDecaux.