CREATIVITY

Per Bauli investimenti a +40% grazie alla destagionalizzazione


19.09.2014

L’azienda ha recentemente confermato l’incarico media a PHD. Sul fronte creativo prosegue per tutti i brand la collaborazione con McCann. In arrivo nuove referenze tra i biscotti

 

Già da alcuni anni Bauli sta puntando molto sulla destagionalizzazione, ma l’esercizio 2013-2014 (dal 1 luglio 2013 al 30 giugno 2014) ha confermato con particolare forza questa tendenza. “Abbiamo avuto un incremento negli investimenti in comunicazione superiore al 40% – sottolinea Paolo Isolati (nella foto), direttore marketing -. Per l’esercizio 2014-2015 iniziato a luglio intendiamo sicuramente confermare quanto fatto finora ma il nostro obiettivo, se le condizioni di mercato ce lo consentiranno, sarà quello di incrementare ulteriormente”.

Oltre ai prodotti da ricorrenza, l’impegno di Bauli è particolarmente forte su due aree: merende e biscotti. “Per quanto riguarda i biscotti – prosegue Isolati – siamo partiti qualche mese fa nell’area dei frollini arricchiti (con Farfallegre, Cuorfelici e Fiorgolosi, ndr) ma sono già in distribuzione da un mese i nuovi prodotti che allargano la gamma, con l’obiettivo di entrare nel segmento più importante dei frollini classici. Si tratta di Milleraggi (a base di uova fresche), Dolcipetali (con yogurt) e Nuvobelle (con panna fresca) che, venduti in confezioni da 350 gr, portano avanti il concetto della originalità nella forma e della distintività, che ha connotato l’ingresso di Bauli nel mondo dei frollini; in più questi prodotti hanno una fragranza e una friabilità speciali date dall’utilizzo dello zucchero a velo nell’impasto. Data la rilevanza del progetto, i frollini Bauli continueranno ad avere un sostegno specifico di comunicazione”.

Sul fronte merende, Bauli ha ampliato la gamma dei Croissant (attualmente on air con una nuova campagna) e sta portando a scaffale i Morbidi Amici dopo un restyling: “Questi prodotti continuano ad avere un segno positivo in un settore che invece è in flessione” sottolinea il manager. Inoltre, a seguito dell’acquisizione di Bistefani, Bauli ha nel proprio portafoglio altre referenze nel settore biscotti (Krumiri e Baci di Dama, per i quali al momento focalizza i propri sforzi in store) e le merende Buondì, Girella e Yoyo.

“Siamo partiti col riportare le tre merende sotto il brand Motta che li aveva lanciati anni fa, attualizzandone l’aspetto grafico e realizzando un grosso lavoro di riposizionamento partendo dallo scaffale – racconta Isolati -. Buondì ha poi avuto una forte campagna di comunicazione, tornata on air anche ad agosto”.

Per quanto riguarda i partner di comunicazione, l’azienda ha recentemente confermato l’incarico media a Phd a seguito di una gara. Nessuna novità sul fronte creativo, dove prosegue per tutti i brand la collaborazione con McCann.

 

Laura Buraschi