MEDIA

Rock&roll, da oggi Rolling Stone torna in edicola con #lamusicaringrazia


12.09.2014

Targato Bernardini de Pace, il primo numero sarà distribuito in 65 mila copie: 148 pagine di cui il 20% di adv

“Il passaggio dall’informazione all’intrattenimento, con la musica come elemento comune e motore principale, è il progetto della squadra che ha creato questo primo numero”: sono le parole di Luciano Bernardini de Pace, editore di Rolling Stone, storica rivista musicale in edicola da oggi al prezzo di 3 euro. Il sistema Rolling Stone, targato Bernardini de Pace, fa leva sul lavoro di gruppo, l’interazione web-print-marketing, il progetto di coinvolgimento di radio e tv, quali espressioni di un’utile quanto necessaria brand extention; investimenti nel mondo dell’educational (in collaborazione con Sae Institute) e il prossimo lancio di iniziative etiche volte a portare i giovani verso una relazione sana e positiva con la musica. Un’esperienza a cui tutti potranno partecipare grazie al totale coordinamento tra i contenuti del print e del web, al coinvolgimento costante dei suoi social e alla presenza sul territorio con eventi e iniziative speciali.
Il leitmotiv del nuovo Rolling Stone si esprime attraverso l’hashtag #lamusicaringrazia, su cui è basata anche la campagna di lancio del mensile. “Durante la serata di presentazione di Rolling Stone all’Alcatraz dell’11 settembre (ieri per chi legge) lanceremo il nostro video manifesto #lamusicaringrazia, realizzato da giovani film maker, in collaborazione con Armando Testa e Fremantle” – dichiara Bernardini de Pace. “La clip sarà di sostegno per una campagna web e radio. Il concept vuole affermare con forza il ringraziamento a tutte le categorie che mantengono in vita la musica, da chi la ascolta a chi la produce, da chi la suona a chi la vende. La concessionaria pubblicitaria è gestita internamente al nostro gruppo di lavoro con una squadra totalmente dedicata di 5 persone. Le pagine adv del primo numero coprono il 20% della foliazione totale di 148 pagine: abbiamo introdotto una novità assoluta, un ‘listino etico’, tutte le pagine sono state vendute allo stesso prezzo. Non vendiamo ‘sconti’, ma proponiamo ai nostri investitori veri progetti di comunicazione integrata che si esprimono su carta, web e attraverso l’organizzazione di eventi sul territorio. Rolling Stone viene distribuito in 65 mila copie, di cui comunicheremo i dati effettivi di vendita: non sono previsti cut price e il prezzo dell’abbonamento al mensile è stato fissato a 29,90 euro all’anno, per 12 numeri. Rispettiamo il fondamentale supporto di chi ci vende, gli edicolanti, desideriamo creare una forte complicità con i nostri punti vendita, riportando uno spirito etico anche in questo settore. Abbiamo invitato perciò tutti gli edicolanti di Milano e Lombardia alla nostra serata di lancio all’Alcatraz”.

Il primo numero lancia in copertina Pharrel Williams (a Milano il 20 settembre) fotografato da Terry Richardson e la storia della fenomenologia legata all’entertainment a 360 gradi che ha saputo sviluppare. In apertura le prime rubriche: Rolling list (5 motivi per cui vale la pena rotolare), la sezione Cover art (ogni mese un grande nome del mondo dell’arte reinterpreta la copertina di un disco, si inaugura con Michelangelo Pistoletto che rilegge la cover del nuovo album dei Subsonica). Rock&roll: racconta con brevi interviste e servizi le news e i nomi più cool della scena italiana e internazionale. La sezione di approfondimento di RS dedicata alle rockstar si apre con uno spettacolare servizio fotografico alle stagioni tutte sold out dei concerti di Vasco Rossi negli stadi; i Kiss e i 40 anni della più colossale macchina da soldi del rock; una serie di ritratti ai rapper nostrani con Ensi; inchieste (il fenomeno Spotify analizzato in profondità), uno Speciale Playlist con le canzoni preferite di 10 rockstar internazionali, anche sul sito di RS, con la possibilità di essere ascoltate con Spotify. E ancora: interviste ad attori, della cultura e all’entertainment. La qualità fotografica è una costante in Portfolio, con le immagini delle rockstar internazionali firmate dai grandi fotografi di Rolling Stone Usa. Tra le tante novità Il viaggio di Rolling Stone: il primo accompagna i lettori a Clarksdale, Mississippi Delta, là dove tutto ebbe inizio. E nella sezione Reviews, con una sofisticata stampa che riproduce i solchi del vinile, ricche pagine di recensioni di musica, libri, fumetti, film, videogiochi.

Il sito www.rollingstone.it online totalmente rinnovato

“L’informazione spiccia non è più materia di un periodico mensile stampato su carta: appartiene al mondo dei byte, dove la notizia non è sempre esclusiva del giornalista, che viene superato dai tempi di reazione fulminei del lettore – protagonista e autore di post o tweet che anticipano il giornalista stesso” aggiunge Bernardini de Pace. Il sito è ancora più ricco ed più immediato interagire con la redazione grazie a Facebook, Twitter, Google+ e Instagram: una scorpacciata di news, recensioni, concerti, interviste, backstage, video, playlist. Rollingstone.it offre anche una sezione tutta nuova dedicata ai viaggi tematici di RS, proposti contestualmente al cartaceo: è sul sito che ogni mese il viaggio può essere realmente acquistato dagli appassionati della musica, con la possibilità di postare le foto dei viaggi degli utenti da condividere e commentare. Nell’area Sala Prove un ulteriore approfondimento dal mensile: lo strumento musicale raccontato su carta prende vita attraverso le playlist e i video delle canzoni suonate con quello stesso strumento, e anche gli indirizzi dove andare a comprarlo in tutta Italia.