DIGITAL

Sbarca in Italia eBay Collezioni


11.09.2014

Proporsi sul mercato mondiale non solo come meta per lo shopping funzionale, ma come un grande luogo di incontro tra chi vende e chi compra, dove in qualsiasi momento, in qualsiasi luogo e con qualsiasi dispositivo le persone possono connettersi con le cose che cercano e con le cose che amano. E’ questo l’obiettivo che eBay intende raggiungere con eBay Collezioni, nuovo e importante tassello per l’Inspired Shopping, presentato dal gruppo ieri a Milano.

Parola d’ordine dell’operazione è interattività. Attingendo dall’universo di prodotti nuovi acquistabili immediatamente sul marketplace – sono circa 40 milioni in Italia, 700 milioni nel mondo – gli utenti possono creare vere e proprie ‘tavolozze ispirazionali digitali’ con gli oggetti desiderati e disponibili all’istante. Si tratta di un nuovo modo di concepire la vetrina commerciale di eBay che offre un duplice vantaggio: le Collezioni permettono agli utenti di dare forma ai loro desideri e ai venditori di divenire vere e proprie fonti d’ispirazione per i propri clienti. Inoltre è possibile condividere le proprie collezioni con i propri amici su Facebook, Twitter, Pinterest o anche semplicemente via mail. Le ‘Collections’ di eBay sono state lanciate alla fine dello scorso anno in Usa e a seguire in Australia, Regno Unito, Germania e Russia. Dopo l’Italia sarà la volta, di Spagna e Francia e, a seguire, resto d’Europa. In occasione dell’incontro di ieri sono stati anche commentati i dati dello studio commissionato all’Istituto di ricerca IPSOS sul valore dell’ispirazione nell’eCommerce.

La ricerca ha preso in esame i comportamenti e le opinioni degli italiani in relazione agli acquisti. Dai risultati è emerso come l’ispirazione sia centrale per 9 italiani su 10 prima dell’acquisto online e rivesta un ruolo definito ‘importante’. Tra le principali fonti di ispirazione online, secondo l’istituto di ricerca, giocano un ruolo fondamentale la famiglia, gli amici e in generale la rete delle conoscenze. Da non sottovalutare l’aspetto visuale del commercio online. Secondo lo studio, infatti, dal 45% al 58% degli italiani, a seconda della categoria comprano un prodotto dopo averne visto la fotografia online e uno su quattro (18%-26%) lo fa per oggetti che non aveva inizialmente intenzione di acquistare.