MEDIA

Carat, previsioni globali 2014 ritoccate al rialzo (+5%). Italia a -1,3%


11.09.2014

Carat ha aggiornato le previsioni sulla spesa globale in advertising per il 2014 e il 2015. Basandosi sui dati ricevuti da 59 mercati tra le Americhe, Asia Pacifico ed Emea, le ultime previsioni mostrano una crescita globale del 5% dei ricavi pubblicitari nel 2014, in crescita rispetto al 4,8% previsto a marzo, ribadendo la positività per il 2015 (al 5%).  Da una prospettiva regionale, Carat prevede un ulteriore momento positivo nel 2014 per Nordamerica ed Europa Occidentale, rispetto a quanto annunciato a marzo: gli Stati Uniti continuano a mostrare una forte crescita con livelli di spesa pubblicitaria che dovrebbero superare il picco pre-recessione (2007) per la prima volta alla fine del 2014. L’Europa Occidentale dovrebbe ritornare in positività, con una crescita del 2,7% dopo due anni consecutivi di calo della spesa pubblicitaria, guidata dal mercato britannico per il quale si prevede una chiusura del 7,5%. Diverse le previsioni per l’Italia, che indicano una chiusura 2014 a casino spiele -1,3%, quindi con una contrazione molto inferiore rispetto a  quella degli anni precedenti (-10,3% nel 2013 e -11,9% nel 2012). Secondo Carat, il mercato italiano si sta muovendo nella giusta direzione con previsioni di ritorno in positivo nel 2015 ( 0,9%). Tra i mezzi, sempre in riferimento al nostro Paese, solo tv e digital cresceranno: la tv, grazie agli eventi sportivi, avrà un incremento dell’1,4%; il digital rappresenta la seconda quota di mercato nella spesa pubblicitaria italiana (21,2%) e avrà una crescita del 7,4%. Mobile e video advertising cresceranno invece a doppia cifra (rispettivamente del 23.6% e del 25%). Al contrario, stampa, ooh e cinema mostrano contrazioni superiori al 10%, mentre la radio si difende con una lieve perdita, -,1,1%.