DIGITAL

Italiaonline ufficializza la domanda di ammissione al segmento STAR


08.09.2014

Lo scorso venerdì, Italiaonline ha annunciato di aver presentato a Borsa Italiana la domanda di ammissione a quotazione delle proprie azioni ordinarie presso il segmento STAR del Mercato Telematico Azionario (MTA), organizzato e gestito da Borsa Italiana. Contestualmente, Italiaonline ha altresì presentato formale richiesta a Consob di autorizzazione alla pubblicazione del prospetto informativo relativo all’Offerta Pubblica di Vendita e Sottoscrizione e all’ammissione a quotazione delle azioni Italiaonline.

La documentazione comprende la nota informativa sugli strumenti finanziari, la nota di sintesi e il documento di registrazione. I Coordinatori dell’Offerta globale sono Banca IMI e Barclays, mentre Accelero Capital e Lazard agiscono in qualità di Advisor Finanziari della Società. Banca IMI svolgerà inoltre il ruolo di Responsabile del Collocamento per l’offerta pubblica e di Sponsor. L’Advisor legale incaricato dalla Società è White & Case, mentre Clifford Chance agisce in qualità di Advisor legale per i Coordinatori dell’Offerta globale.

“La quotazione in Borsa rappresenta un passo importante nel nostro percorso di crescita, coerente con la nostra strategia che prevede lo sviluppo di nuovi prodotti e servizi, oltre che il potenziamento di quelli esistenti – ha commentato Antonio Converti, amministratore delegato di Italiaonline -. La Borsa è, infine, per noi sinonimo di trasparenza e ci permetterà di acquisire sempre maggiore visibilità, fondamentale per poter competere nel nostro settore.” Con sede ad Assago (Milano), Italiaonline è la prima internet company italiana. Da febbraio 2013 la società raggruppa tutti i brand e gli asset di Matrix S.p.a. e di Libero S.r.l. Oltre ai portali Libero.it e Virgilio.it, Italiaonline include ad oggi i web magazine Di·Lei, Total Tech, QuiFinanza, SportStadio, MotorLife e SiViaggia, la piattaforma video ViTV e l’utility 1254. Italiaonline è indirettamente controllata da Orascom TMT Investments S.à r.l. tramite la sussidiaria, controllata al 100%, Libero Acquisition S.à r.l..