CREATIVITY

Fiat Professional lancia il Nuovo Ducato in Europa con Leo Burnett


13.06.2014

Lo spot on air da ieri è prodotto da Bedeschifilm. Regia di Maki Gherzi

 

Fiat Professional lancia sul mercato europeo il Nuovo Ducato: un Ducato completamente nuovo e tecnologicamente avanzato. Partendo proprio dagli innovativi contenuti di prodotto, Leo Burnett ha realizzato una comunicazione internazionale, sotto la direzione creativa di Davide Boscacci (Group Creative Director) e Alessandro Antonini e Francesco Bozza (Executive Creative Directors). Il film, declinato in più soggetti, vede protagonisti tutti quegli uomini che, ogni giorno, con il loro lavoro rendono accessibile al mondo il progresso tecnologico: ad esempio, cablando strade per farci comunicare attraverso le email o lavorando ad altezze impossibili in cima a pale eoliche, affinché il vento possa trasformarsi nella luce che illumina le nostre case. Questi uomini, con la loro fatica e il loro coraggio, lavorano per un nuovo futuro e, per questo, meritano più tecnologia, più efficienza, più valore con un Nuovo Ducato. L’idea è stata concepita per essere declinata su tutti i mezzi di comunicazione, tv, radio, web, stampa ed è siglata dal claim finale ‘A new Generation at work’, proprio per celebrare il lavoro di questi uomini e la nascita di un Nuovo Ducato a loro dedicato.

Lo spot girato da Maki Gherzi con la casa di produzione Bedeschifilm, è on air sulle reti nazionali da ieri. “Il filmato doveva esprimere la forza e l’energia della nuova generazione di lavoratori con Fiat Ducato al loro fianco – ha commentato il fondatore della casa di produzione, Giovanni Bedeschi – . Momenti quotidiani di lavoro in ambienti e luoghi raccontati in un modo credibile e reale e alla stesso tempo epico. Per la regia la scelta perfetta è stata quella di Maki Gherzi, un regista autoriale italiano che sa catturare la realtà con uno stile attuale, non classico. Maki ha grande gusto nell’inquadrature ma sa anche raccontare con elegante semplicità i gesti che accompagnano con forza il lavoro di ogni giorno”. Anche la fotografia ha giocato un ruolo determinante: “Abbiamo scelto Erwin Steen, professionista olandese con grande esperienza nella ripresa delle auto e delle moto. Il suo stile è molto cinematografico e poco pubblicitario, molto adatto per dare epicità alle immagini”, ha concluso Bedeschi.