SPEAKER'S CORNER

De Masi: “‘Meticciato’, contemplazione della bellezza, saggezza e armonia” per costruire un nuovo modello


06.06.2014

“La società post industriale è la prima nata senza un modello. Non ci sono punti di riferimento, nessuno sa cosa dire, tranne voi comunicatori ovviamente”. Questa la provocazione lanciata dal sociologo Domenico De Masi (nella foto) che ha presentato alla platea di ‘Comunicare Domani’ la sua ‘Mappa Mundi’.

“Viviamo in uno stato di pessimismo, conseguenza di un generale disorientamento – ha detto -. Ma non si può parlare di crisi. Questo è un trend, figlio di una ridistribuzione della ricchezza in atto nel mondo che durerà ancora lungo. Esiste una galassia alternativa che non comporta la decrescita dei consumi, ma che semplicemente li sposta da una parte all’altra. E’ in atto una rimodulazione della società dei consumi: questi saranno sempre meno vistosi e sempre più operosi”.

Secondo De Masi la pubblicità ha l’obbligo di adeguarsi a questa trasformazione socio-economica. “Voi comunicatori – ha ribadito – avete la responsabilità di costruire un modello di crescita dell’individuo nella velocità. Un modello costruito su quattro pilastri: ‘meticciato’, contemplazione della bellezza, saggezza e armonia”.